Promozione territoriale

Sicilia e turismo: l’innovazione del Sicilia Convention Bureau

Dea di Morgantina 6 ottobre 2015
6 ott 2015 - 17:18

ENNA - Scoprire la Sicilia non vuol dire aspettare che gli altri vengano senza alcuna ragione. Attrarre le persone a visitare il territorio passa anche per una buona sponsorizzazione delle bellezze naturali e architettoniche.

Questo è l’obiettivo che si prefigge il sito distrettodeadimorgantina.it, che è stato reso visibile agli utenti in tempi record. La sua fruibilità, infatti, doveva essere possibile dal mese di ottobre, ma già da qualche settimana il portale è attivo ed è “navigabile” in tutte le sue possibilità.

Ci sono ben 4 aree tematiche (divise per stagione) e con ricche photogallery, che danno la possibilità di ammirare le bellezze del territorio. Nello specifico, le aree trattate con maggior cura sono quelle riguardanti i comuni di Aidone, Centuripe, Enna, Leonforte e Piazza Armerina, situati in provincia di Enna, e il comune di Caltagirone in provincia di Catania.

Il progetto è stato promosso da Sicilia Convention Bureau, che fa della promozione territoriale uno dei suoi principali obiettivi: “I territori interni della Sicilia – spiega il direttore operativo di Convention Bureau Daniela Marinohanno un grandissimo potenziale turistico, che, però, non è del tutto espresso. Crediamo molto in questa prospettiva e lo abbiamo dimostrato a marzo con il ‘roadshow’ di Piazza Armerina”. 

Altro obiettivo è quello di rendere la piattaforma consultabile anche da soggetti affetti da disabilità, così come regolamentato dalla legge L. 4/2004. E, in quest’ottica, è importante l’apporto di “Sicilia Turismo per Tutti”, come afferma il suo presidente Bernadette Lo Bianco: “Togliere o limitare le barriere che ostacolano l’utilizzo di internet è una cosa di grandissima importanza. Spesso la carenza nella progettazione di software e hardware è una caretteristica comune a molti siti”.

Commenti

commenti

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento