Innovazioni

Schermi con le traduzioni delle tragedie al Teatro Greco di Siracusa

teatro-greco-siracusa
14 nov 2016 - 18:57

SIRACUSA - Che Siracusa, oltre ad essere un bella città ricca di storia e culla della cultura mediterranea, sia una delle tante mete ambite dai turisti nella nostra isola è una cosa che sanno tutti, anche i muri. Ma quello che vi stiamo per raccontare è un’ulteriore prova di ciò e rende la nostra isola davvero all’avanguardia, soprattutto da un punto di vista di scambi culturali e relazioni con l’esterno.

Il commissario straordinario della Fondazione Inda, Pierfrancesco Pinelli, ha avviato un progetto per l’introduzione della traduzione nel corso delle rappresentazioni classiche al Teatro Greco del capoluogo aretuseo.

In attesa del’approvazione della Sovraintendenza ai Beni culturali, saranno apportate diverse innovazioni tecnologiche che mirano soprattutto a mostrare il binomio tra il teatro e le rappresentazioni classiche. Ciò si nota soprattutto nell’alternativa, all’utilizzo degli auricolari, consistente nel posizionare due schermi laterali per dare la possibilità di leggere il testo in contemporanea alla rappresentazione.

Si concretizzerà così una nuova opportunità per i cultori anglosassoni ed orientali della cultura greca e dei grandi capolavori di Eschilo, Sofocle ed Euripide.  

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA