Droga

“Proteggiamo la vita”, a Messina una tavola rotonda contro il narcotraffico

Stretto-di-Messina
22 giu 2016 - 07:29

MESSINA – Una giornata per non rassegnarsi alla droga, ma per scegliere insieme di combattere il narcotraffico partendo proprio da un territorio, quello di Messina, che per la sua posizione geografica è spesso scenario di scambi di sostanze illecite.

È questo l’obiettivo prefissato dalla Federazione Italiana Comunità Terapeutiche (FICT) che incalza “educhiamo alla vita per non rassegnarci”.

 A Messina sarà il Centro di Solidarietà F.A.R.O. ad organizzare una “tavola rotonda”, il 24 giugno, per tornare a risvegliare l’attenzione pubblica e politica su questi temi.

Che le pagine di cronaca siano piene di denunce contro la drammatica diffusione di droghe e ai pericoli che ne derivano in termini di criminalità organizzata e di salute pubblica è noto a tutti.

La comunità F.A.R.O. da decenni accoglie le persone e la loro tossicodipendenza, proponendo loro nuovi stili di vita e promuovendo i valori della legalità e dell’educazione.

Alla “tavola rotonda” interverranno istituzioni, servizi e comunità terapeutiche di Messina. In particolare è previsto l’intervento di Antonina Santisi (Assessore alle Politiche sociali), di Luciano Squillaci (Presidenze della Federazione Nazionale Comunità Terapeutiche), di don Giuseppe Brancato (Direttore della Caritas Diocesana), di Lavinia Ilacqua (Responsabile Osservatorio Provinciale Dipendenze dell’ASP di Messina) e di diversi rappresentanti degli enti e delle associazioni che, a vario titolo, lavorano nel campo della tossicodipendenza.

L’iniziativa è prevista questo venerdì dalle ore 16,00 alle 20,00 ed avrà luogo all’Istituto d’Istruzione Superiore “Antonello”. La scelta della sede sottolinea ulteriormente la centralità della cultura e dell’educazione nella lotta alla droga nei nostri territori.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA