Arte

Presentazione di Gibellina PhotoRoad alla GAM di Palermo

580159ec-1f0b-4f8f-8a7b-29bba25f8563
21 giu 2016 - 16:13

PALERMO - Venerdì 24 giugno alle 17.30, alla GAM – Galleria d’Arte Moderna Empedocle Restivo di Palermo, in via Sant’Anna 21, sarà presentata la 1ª edizione di “Gibellina PhotoRoad – Festival Internazionale di Fotografia Open Air”, una promettente iniziativa che verrà inaugurata a Gibellina (Trapani) il 29 luglio; alla presentazione interverranno Arianna Catania – direttore artistico Gibellina PhotoRoad, Calogero Pumilia – presidente Fondazione Orestiadi, Enzo Fiammetta – direttore Museo delle Trame Mediterranee ed Emilia Valenza – co-direttore artistico Gibellina PhotoRoad.

La 1ª edizione di ‘Gibellina PhotoRoad – Festival Internazionale di Fotografia Open Air’dice Arianna Cataniaesplora il Disordine: parola chiave del nostro tempo, puntellato da cataclismi, turbamenti e sperimentazioni, non è caos né anarchia. È invece un movimento continuo, non lineare, che si oppone all’ordine statico, producendo connessioni inedite in cui fioriscono arti, avanguardie, rivoluzioni. Proprio Gibellina – città insolita e unica, nata dal caos di un terremoto – si interroga sul ‘disordine’. E lo fa in uno ‘spazio aperto’, nello spazio pubblico, privo di ogni tipo di inquinamento visivo e luminoso, tra le sue strade piene di arte e di bellezza. È così quindi che ogni lavoro è presentato con un allestimento site-specific che nel dialogo con le architetture e il tessuto urbano espande il significato e gli intenti dei progetti stessi”.

7fa1c065-3de4-427d-ae11-35a66a25f745

Gibellina PhotoRoad fa parte del più vasto progetto “Obiettivo Creativo: giovani talenti a Gibellina, città della fotografia”, promosso dalla Galleria X3 (Palermo) e dall’Istituto di Alta Cultura Fondazione Orestiadi (Gibellina), e cofinanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale – Presidenza del Consiglio dei Ministri, attraverso il bando “Giovani per il Sociale” all’interno del “Piano Azione Coesione”, progetto di cui NewSicilia si è già occupato a Febbraio di quest’anno.

Nei primi tre giorni della manifestazione, dal 29 al 31 luglio, si svolgeranno talk, workshop, incontri, letture portfolio, book-making, proiezioni e sarà possibile assistere agli spettacoli in programma per la XXXV edizione delle Orestiadi, mentre le esposizioni outdoor, le installazioni site-specific e le 30 mostre di autori affermati nel panorama artistico internazionale e di fotografi emergenti, saranno presenti e visitabili fino al 31 agosto, così come la mostra creata con le foto prodotte dai ragazzi partecipanti ai laboratori di “Obiettivo Creativo”.

7c62beb8-b769-4b7b-8be6-f26afab02cf6

Per il festival è stata scelta Gibellina, città ricostruita dopo il terremoto del 1968 attraverso l’arte: oggi uno dei musei di arte contemporanea “a cielo aperto” più grandi del mondo. In questo contesto unico, habitat naturale per un festival di fotografia “all’aperto”, Gibellina PhotoRoad porterà l’immagine contemporanea nelle piazze e negli spazi disegnati da grandi architetti e artisti. Con l’intento di diventare un appuntamento annuale, l’iniziativa promette di creare anche un flusso turistico culturale che possa aggiungersi a quello generato tra l’altro dalle Orestiadi, il festival di teatro contemporaneo che la Fondazione Orestiadi promuove dal 1981, in una parte della Sicilia che risulta in qualche modo esclusa dagli itinerari turistici principali dell’isola.

Davide Bologna

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA