Libri

Presentato il “Breviario siciliano” di Giuseppe Firrincieli

2a3a3aa3-2406-4963-9e54-44830ef067e1
19 lug 2016 - 16:08

TREMESTIERI ETNEO - Nell’hagorà del Parco delle Stelle, della villetta di Piano Tremestieri, con la cornice di un pubblico attento ed interessato, sabato 16 luglio, Il sindaco Santi Rando ha dato vita all’evento della presentazione del libro “Breviario Siciliano” – Parole, pensieri e paradossi popolari, di Giuseppe Firrincieli.

All’incontro sono intervenuti, oltre all’autore, personalità di rilievo come il professore Giovanni Frazzetta, geologo e già direttore dell’INGV di Catania, che ha presentato la Sicilia nella sua evoluzione geofisica; il giornalista e scrittore Ottavio Cappellani che ha curato la prefazione del testo, e gli artisti: Alfio Patti, grande Aedo dell’Etna; Angelo La Fata, cantante argentino di origini siciliane; David Simone Vinci, noto comico e cabarettista; Laura De Palma, bravissima cantante folk e Miko Magistro, noto attore e regista teatrale. Gli ospiti artisti si sono cimentati in performance teatrali e canore tutte siciliane.

 

Firrincieli 

La nuova fatica letteraria di Giuseppe Firrincieli - ha detto Ottavio Cappellani - espone lo spirito, quello siculo, che esprime nei gesti oltre che nelle parole, nella costruzione grammaticale, che è quella del pensiero, oltre che nei semplici significati; inoltre l’autore evidenzia l’attenzione al siciliano, inteso come linguaggio, come lingua, e giammai come dialetto. Quando ci si innamora, quando ci arrabbiamo, quando ci divertiamo, la nostra anima non parla l’italiano, ma il siciliano“.

La nuova fatica letteraria di Giuseppe Firrincieli affronta le tecniche, i modi, gli aspetti della comunicazione siciliana nelle sue svariate forme: verbale, posturale, visiva, gestuale e persino muta; e sostenuta da note di linguaggio uniche nel loro genere per le caratteristiche forme d’intesa nei rapporti interpersonali. E l’autore nella sua presentazione ha evidenziato gli aspetti più caratteristici del pensiero siciliano, con il modo di porsi nel vissuto quotidiano ed infine l’importanza dei proverbi siciliani, un patrimonio siciliano unico al mondo.

 

David Simone Vinci 

Giuseppe Firrincieli, nato a Ibla, ma catanese di adozione, già dipendente del Ministero della Difesa, svolge l’attività di giornalista ed è preside della facoltà di Sociologia e Scienze della Comunicazione presso la UniSanRaffaele di Zugo (Svizzera), nonché libero docente di Tecniche della Comunicazione Pubblica e Marketing.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA