Incontro

Palermo, “Tradurre la migrazione nelle arti visive e nella scrittura”

2016-03-29 11.25.15
29 mar 2016 - 16:39

PALERMO -  Ha riscosso un particolare interesse la conferenza internazionale “Tradurre la migrazione nelle arti visive e nella scrittura contemporanea”, tenutasi oggi al museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino.

Presente questa mattina c’era anche il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, che ha dichiarato: “Il secolo scorso è passato alla storia per la conquista dei diritti civili da parte delle donne e da parte di molte minoranze etniche e culturali, mentre quello che stiamo vivendo rischia di essere ricordato per il dramma dei migranti, tematica attuale e complessa attorno a cui ruota questa importante iniziativa”.

“Agli organizzatori di questo convegno va tutto il mio apprezzamento – ha continuato il primo cittadino -. Questi due giorni rappresentano un passo ideale nel percorso che, anche attraverso il Festival delle letterature migranti, ha portato e porterà a una serie di manifestazioni sulle arti migranti, quale nuovo e generalizzato campo di riferimento dell’arte contemporanea, sino a giungere a Manifesta 2018″.

La conferenza  “Tradurre la migrazione nelle arti visive e nella scrittura contemporanea”, che verrà ripetuta anche domani e giovedì 31 marzo, è stata organizzata dal Dipartimento di Scienze Umanistiche dell‘Università degli Studi di Palermo con la collaborazione dell‘Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari, la Fondazione Ignazio Buttitta, l’Associazione Festival delle Letterature Migranti, la Fondazione Orestiadi e il Comune di Palermo.

 

Francesca Guglielmino



© RIPRODUZIONE RISERVATA