Libri

“Oltrecortina” con gli occhi di Annalia Guglielmi

immagine presentazione libro
25 ago 2016 - 16:36

CATANIA - Buone nuove per l’opera “Oltrecortina. Diario di un viaggio nei regimi totalitari dell’Est” (Euno Edizioni 2016), il testo storico scritto da Annalia Guglielmi e presentato lunedì al Meeting di Rimini con postfazione curata dal sociologo catanese, Claudio Saita.

A seguito di un incontro con numerosi dirigenti scolastici di scuole secondarie di primo e secondo grado il testo è stato valutato positivamente per l’introduzione nei percorsi di studio degli allievi, considerandolo un’opera esaustiva ma al contempo facilmente comprensibile per i ragazzi.

L’opera narra dei vent’anni della Guerra Fredda vissuta nei paesi dell’Est Europeo dagli anni ’70 al periodo successivo alla caduta del Muro di Berlino e rappresenta la testimonianza di una giovane universitaria italiana che si trasferisce a Budapest, invaghita dello spirito missionario di un sacerdote di Forlì, don Francesco Ricci (1930-1990), intellettuale cattolico che fu tra i collaboratori più vicini a don Luigi Giussani nell’esperienza educativa di Gioventù studentesca.

Soddisfazione da parte del prof. Claudio Saita, direttore della collana “Prosopon” della Euno Edizioni: “Tutto lo staff che ha curato l’opera, dall’autrice Annalia Guglielmi, al prof. Massimo Borghesi, al giornalista Vincenzo Grienti fino a me medesimo, esprime grande apprezzamento verso questa opportunità che è stata offerta al nostro testo. Ci auguriamo possa aggiungere valore a un periodo storico di vasta portata e che merita grande attenzione da parte dei nostri studenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA