Evento

Milo, inaugurata mostra dedicata ad Angelo Musco

13708208_10207284383815934_5445552877481143419_o
26 lug 2016 - 17:09

MILO – È stata inaugurata nei locali del museo virtuale in piazza Municipio a Milo la mostra fotografica dedicata ad Angelo Musco, “Il signore del riso”, organizzata  nell’ambito della X edizione del Premio Teatrale e Letterario Angelo Musco, dall’amministrazione comunale con la collaborazione scientifica dell’Istituto di Storia dello Spettacolo Siciliano e il patrocinio della Regione Siciliana.

13620009_10207283649397574_6698836782345672225_n (1)

Grandi applausi durante il taglio del nastro avvenuto per mano di Amalia Cesareo Musco, nipote dell’attore, la quale ha ricordato la figura del nonno: “Angelo Musco è stato capace di scrivere la storia del nostro teatro e di quella Catania umoristica e drammatica, riuscendo con la sua istintività a conquistare pubblico e critica. Quando ho la possibilità di parlare di mio nonno non posso esserne che lieta, soprattutto in un periodo così difficile per il nostro teatro”.

Presenti alla cerimonia, insieme ad un folto pubblico, Maria Concetta Cantarella, vicesindaco del Comune pedemontano, Francesca Strano, assessore alla cultura, Mimì Scalia, direttore artistico del Premio, Santi Consoli, presidente regionale della Fita, Federazione Italiana Teatro Amatoriale, Enzo Zappulla, presidente dell’Istituto di Storia dello Spettacolo Siciliano,  Sarah Zappulla Muscarà, ordinaria Università di Catania, Agostino Zumbo, attore.

Nel corso della serata Sarah Zappulla Muscarà insieme ad Enzo Zappulla hanno ripercorso i momenti salienti della nascita del Teatro Siciliano. “La nostra Catania con i suoi storici quartieri e la tradizione dell’Opera dei Pupi – dichiara il presidente dell’Istituto di Storia dello Spettacolo Siciliano – è stata il palcoscenico di vita e d’arte di ‘Angilu ’a Musca’, chiamato così all’inizio della sua carriera, che consacrò l’attore catanese ad una dimensione interpretativa sovranazionale capace di costruire un modello di recitazione unico nel suo genere e difficilmente imitabile”.

In occasione dell’evento culturale, visitabile tutti i giorni fino al sette agosto, gli attori Mimì Scalia e Agostino Zumbo hanno letto alcune lettere di Angelo MuscoNino MartoglioLuigi PirandelloFrancesca Sabato Agnetta curate ed edite da Sarah Zappulla Muscarà.

Elisa Guccione

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA