Carabinieri

Messina, cerimonia di consacrazione della Cappella “Virgo Fidelis”

rito
7 feb 2017 - 18:29

MESSINA - Questa mattina, a Messina al Comando Interregionale carabinieri “Culqualber”, nella storica Caserma di via Concezione, intitolata al “Capitano Medaglia d’Oro al Valor Militare Antonio Bonsignore”, l’Arcivescovo Ordinario Militare per l’Italia, S.E. Mons. Santo Marcianò, ha celebrato il rito liturgico di consacrazione della Cappella “Virgo Fidelis”, ubicata all’interno.

La cerimonia, articolata e ricca di significati, presieduta dall’Arcivescovo Ordinario Militare per l’Italia, è stata concelebrata dai Cappellani Militari Monsignor Vincenzo Pizzimenti, Vicario Episcopale per l’Arma dei carabinieri presso il Comando Generale dell’Arma dei carabinieri, Monsignor Mario Ranieri della Guardia di Finanza, Sac. Andrea Di Paola della Marina Militare, Sac. Salvatore Falzone dei carabinieri per la Sicilia Occidentale, Sac. Santo Battaglia Segretario dell’Ordinario Militare, Sac. Rosario Scibilia dei carabinieri per la Sicilia Orientale, nonché dai sac. Orazio Anastasi, rogazionista, in rappresentanza del Rettore della Basilica Minore di Sant’Antonio di Messina, e Sac. Giovanni Lombardo, della Cattedrale di Messina.

Il rito ha avuto inizio con la processione, preceduta da due carabinieri in grande uniforme, dall’ingresso di via Concezione all’interno della Cappella, dove con l’acqua benedetta è stata aspersa tutta la chiesa lungo il suo perimetro; a seguire vi è stata la benedizione dei fedeli, la liturgia della Parola e quindi il rito di dedicazione dell’altare, ovverosia il momento centrale della celebrazione, con la successiva unzione dell’altare, l’incensazione della Chiesa e, infine, la copertura e l’illuminazione dell’altare e di tutta l’aula liturgica.

La cerimonia ha suscitato, tra i presenti, particolare emozione quando Sua Eccellenza ha consacrato l’altare mediante unzione crismale e vi ha posto all’interno le reliquie dei Santi Annibale Maria di Francia e Santa Florentie Vergine e Martire. L’Ordinario Militare nell’omelia ha sottolineato l’importanza dell’altare come segno della presenza di Dio e fonte di comunione per il popolo sacerdotale che celebra il mistero pasquale di Cristo.

Al termine della funzione religiosa è stata scoperta una targa marmorea, a ricordo della solenne consacrazione dell’Altare e intitolazione della Cappella alla “Virgo Fidelis”, Celeste Patrona dell’Arma dei carabinieri. L’intera cerimonia è stata accompagnata, nei diversi momenti della funzione, dai canti intonati dal Coro Virgo Fidelis diretto da Padre Giovanni Lombardo.

Alla cerimonia hanno assistito, tra gli altri, la dott.ssa Francesca Ferrandino, Prefetto di Messina, autorità del mondo accademico, autorità militari, nonché Ufficiali, Marescialli, Brigadieri, Appuntati e carabinieri in servizio nella sede.

Il Comandante Interregionale carabinieri “Culqualber”, Gen. C.A. Silvio Ghiselli al termine della cerimonia, ha evidenziato come la Cappella completi la funzionalità del Comando nell’assistenza spirituale, quale luogo di raccoglimento, preghiera e riflessione per tutti i carabinieri alla ricerca di un momento di pace, utile a superare le difficoltà quotidiane che sono chiamati ad affrontare ed ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita dell’evento.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA