Iniziativa

Ecco Matte da leggere, il blog che parla a lettori e scrittori

matte da leggere
3 ott 2014 - 13:44

CATANIA - Metti insieme due amiche, tutte e due giornaliste, aggiungi una grande passione per i libri. E mescola il tutto per bene. Il risultato? Un blog con un nome che non passa di certo inosservato, “Matte da leggere”.

Un punto di ritrovo virtuale per lettori e scrittori dove trovare recensioni e consigli sui libri. Ma anche riflessioni su temi caldi della letteratura non solo per gli adulti ma anche per i ragazzi. Un blog nato a luglio del 2012 e che oggi conta più di 5.000 visitatori al mese (molti gli utenti che si collegano anche da fuori l’Europa) e svariate condivisioni su Facebook e Twitter.

matte da leggere 2

Carla Condorelli e Mariangela Di Stefano

Per le blogger catanesi Carla Condorelli e Mariangela Di Stefano “Matte da leggere” è uno spazio dove poter condividere in totale libertà e in maniera personalizzata ciò che più a loro piace: la lettura. Un’idea partorita quasi per caso  -  cosi come ci confidano loro stesse – due anni fa e che adesso si è trasformata in un vero e proprio lavoro a tempo pieno.

Aggiorniamo il sito 3 volte a settimana - ci dice Carla - curiamo le diverse rubriche, tra cui quella del martedì “Matte per le Matte”, ma anche leggiamo i lavori che molti autori ci inviano per essere recensiti e poi dallo scorso anno abbiamo stretto una collaborazione con Officine culturali. Insieme all’associazione una volta al mese curiamo la presentazione dei libri degli autori emergenti in una delle sale del Monastero dei Benedettini”.

“Matte da leggere” non solo un nome del blog ma anche una filosofia di vita. Ci svela Mariangela. “Divoriamo libri in ogni momento della giornata. Ad esempio io leggo più di due, tre libri contemporaneamente, uno per ogni occasione e contesto. Mare, ufficio, oppure quando vado al maneggio”. Aggiunge. “Non ho un genere del cuore ma i testi più fantasiosi sono è più li preferisco”. E infine svela “Anche i lettori soffrono della sindrome dell’abbandono. Quando ti appassioni ad una saga e questa poi finisce tu ti senti in un certo modo abbandonato dai personaggi a cui ti sei affezionato”.

E alla domanda preferite leggere un libro cartaceo o e–book. le blogger cosi rispondono. “Grazie agli e-book uno ha il vantaggio di potersi portare dietro più titoli contemporaneamente in borsetta, ma il cartaceo ha tutta un’altra storia, l’odore della carta, ma anche il lasciarsi scivolare le pagine tra le dita. Questo non conosce sfida”.

Le “Matte” ultimamente sono scese in campo a favore di una iniziativa per diffondere la cultura dei libri tra i ragazzi di uno dei quartieri più difficili di Catania.  Librineria è un progetto lanciato su facebook dai Briganti e del Centro Iqbal Masih con lo scopo di creare a Librino una biblioteca all’interno del Campo San Teodoro Liberato. Agli organizzatori le due blogger hanno donato due buste piene di libri. “Di libri a noi ne arrivano tanti e molti altri li compriamo. Insomma anche noi abbiamo contribuito a riempire gli scaffali della Librineria”.

matte da leggere 1

Commenti

commenti

Mariangela Scandurra



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento