Recitazione

Le lettere di Federico De Roberto all’amata recitate da Leo Gullotta

Leo Gullotta
16 mar 2015 - 22:32

CATANIA – Federico De Roberto, scrittore austero catanese, si è trasformato, grazie alla recitazione di Leo Gullotta e alla professoressa Sarah Zappulla Muscarà, in un uomo dolce e innamorato.

Si è tenuta nella chiesa di San Nicola di Catania la lettura del romanzo epistolare, curato dalla professoressa Muscarà, “Si dubita sempre delle cose più belle”, una raccolta di tutte le lettere (quasi 800) che si scambiarono Federico De Roberto e la sua amata Ernesta Valle, chiamata da lui coi nomignoli Renata (ovvero rinata grazie all’amore) o Nuccia (da femminuccia).

I due amanti, separati dalla partenza dello scrittore ritrasferitosi nella sua città natale, si scambiano dolci parole, ma discutono anche di temi più impegnativi come letteratura o filosofia.

La storia non ha un lieto fine: la madre di De Roberto non gli presta il denaro sufficiente per trasferirsi a Milano dall’amata, la quale decide di interrompere quella che potremmo definire come una relazione a distanza di più di un secolo fa.

Commenti

commenti

Alessandra Modica



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento