Arte

“Kallà”: a San Gregorio la personale di pittura del maestro Salvo Russo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
27 nov 2015 - 17:38

SAN GREGORIO - Resterà fruibile sino al prossimo 15 dicembre la personale di pittura di Salvo Russo; la mostra, intitolata “Kallà“, è stata allestita nei locali di Casale Borghese, a San Gregorio.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il maestro catanese, già detentore di parecchi riconoscimenti, ha deciso di riproporre nei quadri esposti un’atmosfera che riesce ad essere al contempo onirica e pregna di ricordi infantili, idealistica e metaforica. Il nome “Kallà“, non a caso, deriva proprio da un gioco infantile: tutti i nemici venivano segnati sulle spalle con un gessetto: nella stessa maniera la tela viene toccata dal colore, dalle linee, dai contorni più o meno definiti. L’opera finale quindi è un oggetto con cui il pittore finisce per avere un rapporto dialettico. Salvo Russo, accettando di esporre le sue opere al Casale Borghese di San Gregorio, ha inteso inoltre ricreare ai piedi dell’Etna un cenacolo culturale, luogo di ritrovo di intellettuali e appassionati d’arte che manca da Catania ormai da un po’ di tempo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Salvatore Silvano Nigro, critico letterario di origini siciliane, ha così descritto la poetica del maestro Salvatore Russo: “I quadri sono un gioco di macchine. Una mobilitazione di giocattoli: di giostre e presepi; di uno squadroncino di suonatori, di cammelli, elefantini, cavallucci, velieri e mongolfiere, di ponticelli che non portano da nessuna parte, di ponti e torri, che sono ludi architettonici, congegni espositivi, empori del narrabile e rinarrabile. Le lontananze sono vicine, le vicinanze sono lontane“.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Kallà” sarà visitabile tutti i giorni dalle 16 alle 20 e, soltanto la domenica, anche dalle 9 alle 13 del mattino.

Commenti

commenti

Valentina Idonea



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento