Ricchezza

Giornate Fai, a Messina i luoghi più visitati d’Italia: 20 mila visitatori

6117815627_cdd52fb9ce_b
27 mar 2017 - 13:34

MESSINA - Ancora una volta un enorme successo per le Giornate fai di Primavera, che quest’anno arriva alla sua 25esima edizione.

Circa 75mila persone in coda per visitare monumenti, gallerie, mostre d’arti, dimostrando come questo evento sia ormai il più grande evento di piazza dedicato ai beni culturali. Insomma, come si può leggere in una nota del Fai, un’occasione per vivere, condividere e difende le ricchezze del proprio Paese. Fondamentale, inoltre, il supporto di oltre 7.500 volontari e 35mila apprendisti ciceroni.

In Lombardia si è potuto assistere al record di visitatori, ovvero 155mila persone; mentre per quanto riguarda i luoghi più visitati Messina sembra essere al primo posto con la lanterna di Montorsoli e il bacino di Carenaggio, che hanno registrato circa 20mila visitatori.

Un ingente afflusso di gente in tutta Italia che ha invaso numerossimi siti culturali. Tra le diverse città si possono citare: Matera, dove 9mila persone hanno attraversato il percorso ipogeo tra i Sassi e la visita al Laboratorio di Restauro all’interno del Complesso di Santa Lucia; a Portovenere oltre 8mila persone hanno scoperto la Fortezza di Varignano; a Bari è stato visitato il Palazzo San Michele futura sede della Fondazione Petruzzelli; a Pisa più di 7mila persone sono state in coda per il cimitero monumentale, che è stato aperto eccezionalmente in notturna per l’evento; infine, tra i beni del Fai il più visto è stato il Parco e Villa Gregoriana a Tivoli con quasi 5mila persone.

Gli sponsor che hanno reso possibile l’apertura di questa edizione sono stati Ferrarelle, acqua ufficiale del Fai e da sei anni main sponsor dell’evento, e Banca Generali, presente per il quarto anno consecutivo.

Commenti

commenti

Veronica Nicotra



© RIPRODUZIONE RISERVATA