Volontariato

A Catania Ursino Buskers, “cambiare si può”

buskers
31 lug 2015 - 19:13

CATANIA – Riqualificare un quartiere a rischio attraverso il teatro, l’arte di strada e il circo sociale; recuperare e riscoprire i beni culturali grazie all’impegno e alla creatività di volontari attivi sul territorio; restituire dignità al centro storico catanese attraverso giocolieri, circensi, musicanti, attori e acrobati. Tutto questo è “Ursino Buskers”, organizzato dall’associazione culturale Gammazita e giunto alla sua seconda edizione, che anche quest’anno – il 18, 19 e 20 settembre – animerà Castello Ursino (e le zone limitrofe), attraverso spettacolo, storia, cultura e divertimento. Un’iniziativa che lo scorso anno ha richiamato un pubblico di 20mila persone, unite dallo stesso obiettivo: “Far parte di un cambiamento sociale che nasce dal basso per creare un’alternativa non solo per il quartiere, ma per tutta la città”.

Quest’anno, per realizzare uno degli eventi siciliani più attesi, è già partita la raccolta fondi attraverso la piattaforma di crowdfunding www.laboriusa.it. Obiettivo: 10.000 euro, per sostenere viaggi e alloggi di oltre 40 artisti di strada provenienti da ogni parte del mondo e per vedere accendersi sul Castello Ursino la luce e il fascino “buskers”. Una vera sfida per tutti coloro che ogni giorno si spendono per valorizzare il territorio, promuovendo conoscenza, scambio di idee e di esperienze. Domenica 2 agosto, alle ore 21.00, in piazza Federico di Svevia – nell’area antistante Gammazita – la prima festa di autofinanziamento per presentare il progetto e avviare la campagna funding per il “Festival Internazionale di artisti di strada”. Manipolazione del fuoco, giocoleria e musica per animare una serata all’insegna della condivisione e della #gentelaboriusa. 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento