Solidarietà

Catania, memorial Salvatore Crisafulli: un impegno per un “centro risvegli”

crisafulli
19 feb 2015 - 09:25

CATANIA - Si svolgerà sabato 21 febbraio dalle ore 16 al Palacannizzaro di Catania il “Memorial Salvatore Crisafulli” dedicato al quarantasettenne catanese scomparso il 21 febbraio del 2013, dopo una lunga battaglia per guarire dalla sindrome di locked-in.

La sua storia ha fatto il giro del mondo: risvegliatosi dal coma vegetativo dopo un incidente stradale avvenuto l’11 settembre del 2003, ha rivelato che durante lo stato vegetativo sentiva e vedeva tutto. Esperienza che lo stesso Salvatore ha poi raccontato nel libro “Con gli occhi sbarrati” che ha in parte ispirato la sceneggiatura del film “Ho voglia di vivere” che racconterà la sua vita.

Salvatore è stato in Italia non solo il simbolo della lotta contro l’eutanasia: di lui si ricorda anche la dura battaglia per impedire l’omicidio di Eluana Englaro. Ma è stato anche il simbolo della lotta per una Sanità che stia al fianco delle famiglie dei malati, che li assista, che non li abbandoni.

Obiettivo del Memorial, organizzato da Sicilia Risvegli in collaborazione con il C.U.S. Catania, non è solo la commemorazione di Salvatore Crisafulli ma la raccolta fondi per la creazione del primo “Centro Risvegli” in Sicilia, a Trecastagni, in provincia di Catania, dove persone generose hanno donato all’associazione dei terreni sui quali sorgerà la prima struttura del sud Italia che ospiterà i malati in stato vegetativo.

L’ingresso è gratuito ma chi lo vorrà, potrà lasciare un’offerta libera che sarà devoluta a favore del progetto ideato da Pietro Crisafulli, presidente di Sicilia Risvegli Onlus e fratello di Salvatore.

L’evento, la cui direzione artistica è affidata a Maurizio Casella e Giovanni Alì sarà scandito dall’esibizione di numerosi artisti nazionali: dal Maestro Salvo Domina, violinista del Teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania a tanti giovanissimi cantanti che hanno partecipato anche a Talent show come Cesare Joker, direttamente da Amici di Maria De Filippi.

E poi ancora la piccola Miriam Cassarino, Marika Tomarchio, Paola Casella, Salvo Greco, Vera, Nico Bruno, Antonella Anastasi, Domenico Puglisi, Elisa Amato, Giordana Petralia. Durante la serata sarà inoltre cantata in pubblico la canzone “Fratello Mio” scritta da Pietro Crisafulli per Salvatore.

Si svolgerà anche un mini torneo calcistico cui prenderanno parte le principali scuole calcio: Calcio Catania, Città di Mascalucia, Belpasso, Atletico Librino, Andrea Stimpfl, Alpha Sport. Si esibiranno anche la Federazione Italiana Karate e alcune scuole di danza siciliane.

Nel corso della serata sarà inoltre avviata la petizione, in collaborazione con il Coordinamento Nazionale Famiglie di Disabili gravi e gravissimi, per il riconoscimento, da parte del Parlamento Europeo, dei diritti umani dei family caregiver, ovvero di quelle persone che si dedicano quotidianamente alla cura e all’assistenza di un familiare non autosufficiente.

Presenterà l’evento la nota conduttrice Elisabetta Cannuli. Sono stati invitati a partecipare il Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta, l’arcivescovo di Catania Salvatore Gristina, il sindaco di Catania Enzo Bianco, l’assessore alla Sanità della Regione Siciliana Lucia Borsellino e il presidente della Commissione Sanità all’Ars Giuseppe Digiacomo.

Nel corso dell’evento saranno resi noti gli esiti dei provini, con i nomi degli aspiranti attori ed attrici che si sono presentati ai casting e che sono stati scelti per partecipare al film. L’evento sarà trasmesso in streaming sul canale Youtube di Sicilia Risvegli Onlus.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento