Solidarietà

Cafiso, Buzzurro, Milici per Rotary a Catania e Palermo

20 nov 2014 - 10:48

CATANIA – Dopo Varsavia, Berlino e Milano, torna in Sicilia la musica de I MAGNIFICI TRE. Il trio, composto da Francesco Buzzurro (chitarra), Francesco Cafiso (sax alto) e Giuseppe Milici (armonica cromatica), sarà in concerto sabato 22 novembre al Teatro Metropolitan di Catania e domenica 23 novembre al Teatro Golden di Palermo per due eventi di solidarietà organizzati dal Distretto 2110 Sicilia e Malta del Rotary Club.

I tre artisti siciliani, considerati tra i più grandi musicisti al mondo per le loro qualità solistiche e compositive, spazieranno dal jazz al pop con accenni alla musica da film e a quella brasiliana, oltre a presentare brani originali di ognuno. Il repertorio proposto metterà in luce le personalità e i differenti stili dei tre solisti, tutti accomunati da una grande attenzione alle radici e da una visione della musica priva di confini.

Entrambi i concerti inizieranno alle ore 18.30. È possibile acquistare i biglietti (22 euro + diritti di prevendita) nei circuiti Ticketone e Tickettando e online su www.ticketone.it e www.tickettando.it. Il ricavato dalla vendita dei biglietti sarà utilizzato per finanziare le iniziative benefiche promosse da Rotary Foundation.

Francesco Cafiso con la Piccola Orchestra dei Bambini del quartiere Librino

Francesco Cafiso con la Piccola Orchestra dei Bambini del quartiere Librino

Nel corso del concerto del 22 novembre a Catania, verrà proposto al pubblico un video musicale girato da Francesco Cafiso insieme alla Piccola Orchestra dei Bambini del quartiere catanese di Librino nell’ambito del progetto “Musicainsieme a Librino”, ideato e finanziato dal Rotary Club Catania e realizzato dall’Associazione Musicale Quadrivium Sicilia, che coordina i docenti e le attività concertistiche legate all’iniziativa.

Francesco Cafiso e la Piccola Orchestra dei Bambini del quartiere Librino

Francesco Cafiso e la Piccola Orchestra dei Bambini del quartiere Librino

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento