Riconoscimento

All’associazione Alfredo Agosta il Premio Sicilianità 2017

premio sicilianita
5 giu 2017 - 19:20

CATANIA - Un riconoscimento ai modelli di giustizia e verità. L’Associazione Nazionale Antimafia Alfredo Agosta, al Marina Palace Hotel di Aci Trezza, ha ricevuto il “Premio Sicilianità 2017”. Un momento importante in cui non solo si è discusso di giustizia e verità ma si è sviscerato il fenomeno mafioso con un incontro-dibattito dal titolo “Il rapporto dei giovani con la giustizia e la mafia” e la presentazione del libro scritto dalla giovanissima Carolina Cannizzo, ispirato alla vita di Giovanni Falcone.

Tra i relatori il giudice Giuseppe Ayala, l’avv. Gianfranco Todaro, il comandante della caserma dei carabinieri di Acireale Marzia Calcaterra, l’avv. Francesca Gullotta e la scrittrice Carmen Privitera. L’Associazione Nazionale Antimafia Alfredo Agosta ha ricevuto un encomio speciale per il buon lavoro svolto nell’educazione dei più giovani grazie ai numerosi incontri organizzati nelle scuole, di primo e secondo livello.

Giuseppe Agosta, figlio del maresciallo Alfredo Agosta, ucciso per mano della mafia, ha ritirato la targa di riconoscimento consegnatagli dal giudice Giuseppe Ayala. Insieme ad Agosta, anche Fausto Sanfilippo, presidente dell’Associazione Nazionale Antimafia Alfredo Agosta e l’avv. Mariolina Malgioglio. “Sono orgoglioso di ricevere questo premio oggi – ha affermato Giuseppe Agosta – orgoglioso soprattutto del nostro operato, frutto del lavoro sinergico di tutti i componenti dell’Associazione”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA