Formazione

Aidone, partito il corso per volontari della C.R.I.

9 ott 2014 - 14:13

AIDONE - Nella sala delle riunioni della Fondazione “Marida Correnti” di Aidone, ha avuto inizio il corso di formazione di base dei nuovi 30 iscritti alla Croce Rossa Italiana. Il corso prevede 7 moduli di formazione teorico-pratica, di cui 5 di due ore e 2 di quattro ore, per un complessivo di 18 ore. Il corso si concluderà con un esame teorico-pratico sugli argomenti trattati, comprese le manovre di 1° soccorso.

All’incontro di avvio sono stati presenti il sindaco di Aidone, Vincenzo Lacchiana, accompagnato dal comandante della polizia municipale, Giovanni Velardita e la signora Angela Raffiotta Correnti, vicepresidente della Fondazione “Marida Correnti“ che ha messo a disposizione della Croce Rossa i locali per le attività formative.

Aidone corso croce rossa

A dare il benvenuto agli ospiti sono stati il presidente del Comitato Provinciale CRI di Enna, Antonino G. Insinga, ed il 1° capitano comm. (cgd) del Corpo militare della CRI, Luigi Minacapilli. Nel saluto di apertura il sindaco ha ringraziato i rappresentanti della Croce Rossa per avere dato la possibilità di istituire in Aidone una delegazione di Volontari al servizio della comunità con il suo personale ed i suoi mezzi.

Il responsabile dell’amministrazione comunale ha dichiarato che metterà a disposizione della CRI dei locali comunali, per l’espletamento delle attività di volontariato.

Il corso mira a dare nozioni di base sulla Storia della Croce Rossa, Conoscenza del Diritto Umanitario Internazionale e dell’Etica della Croce Rossa, comportamenti dei soccorritori durante le emergenze sanitarie.

A tenere la prima lezione alla presenza dei 30 corsisti è stato il presidente del Comitato Provinciale di Enna che ha parlato del Movimento della Croce Rossa che opera nel campo dell’aiuto umanitario sulla base dei 7 principi fondamentali comuni, adottati dalla conferenza internazionale della C.R.I., che danno forma all’identità ed alla storia e che costituiscono lo spirito e l’etica e della Croce Rossa.

I corsisti con l’iscrizione al corso hanno dichiarato che essere volontari vuol dire mettere il proprio tempo e le proprie energie al servizio degli altri e soprattutto delle persone più vulnerabili. Alla fine del corso agli iscritti che supereranno un esame finale sarà rilasciato un attestato di volontario CRI ed il tesserino di socio attivo.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento