Progetti

Accademia C.A.M.S., la “fucina” degli artisti siciliani

380699_10150669982313558_1423144609_n
1 feb 2015 - 20:54

“Facciamo decollare i talenti siciliani” con queste parole Fioretta Mari, personalità vulcanica del mondo dello spettacolo, esprime la volontà di seguire una realtà unica per il meridione, quella rappresentata dal C.A.M.S. (College Arti e Mestieri dello Spettacolo).

Questo brillante progetto, parte nel 2004, prima sotto forma di scuola di danza, per trasformarsi successivamente in college, grazie alla volontà della poliedrica direttrice Valentina Spampinato.

Una volontà che si trasforma presto in necessità, dovuta alla conoscenza del panorama artistico italiano che, spesso, ha ignorato e tarpato le ali a giovani e promettenti artisti siciliani.

La Spampinato confessa che, fondare la prima accademia dello spettacolo in territorio siciliano “ha rappresentato una vera sfida che mira a creare un ponte fra il ventaglio di realtà professionali che il territorio nazionale offre, e le, purtroppo, scadenti possibilità territoriali presenti, con l’intento di valorizzare le eccellenze culturali espressive dell’identità artistica e culturale siciliana”.

Attraverso grandi nomi come Garrison Rochelle, Grazia Di Michele, Fioretta Mari (direttrice artistica del corso di musical “ArtAccademy Carrara”) e la nostra Francesca Ferro (figlia del grandissimo Turi Ferro), questa splendida realtà artistica, permette ai suoi alunni di svilupparsi in più campi.

Questo perchè  un cantante non può permettersi oggi di essere “solo un cantante”; deve essere innanzitutto un buon comunicatore, avere una buona presenza scenica, una buona gestualità ed una dialettica impeccabile. Allo stesso modo un danzatore, che vuole entrare a far parte del mondo del Musical, ad esempio, oggi deve per forza essere in grado di recitare o di cantare per ambire a ruoli più importanti. 

Ed è proprio questa la prima preoccupazione dell’Accademia C.A.M.S., ovvero quella di individuare e formare, attraverso un percorso polivalente, che prevede ben 17 discipline diverse (spaziando dalla dizione, alla presenza scenica, passando per il canto, il ballo ed ovviamente la recitazione) degli artisti capaci di inserirsi professionalmente ed in modo concreto, in un mondo che, oltre ad essere duro e ricco di concorrenza, costringe i giovani siciliani a migrare verso il centro-nord.

Ad oggi, questa brillante realtà sicula, si è rivelata essere una vera e propria fabbrica di talenti, portando, ad esempio, ragazzi come il ballerino Michele Nocca (Amici 2014/15), Giuseppe Schillaci (attore catanese ad Hollywood), Rosario Rizzo e Gabriele Vitale (partecipanti al nuovo talent “Forte Forte Forte” di Rai 1) alle luci della ribalta. 

Commenti

commenti

Giuseppe Correnti



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento