Estorsione

“Vuoi accedere al fondo?Pagami la tangente”. Il gioco sporco di un funzionario catanese

fondi
16 giu 2016 - 12:46

CATANIA – “Vuoi accedere ai fondi europei? Va bene ma qualcosa devi darla anche a me”. Una frase, questa, che è stata sentita più volte da alcuni imprenditori agricoli catanesi che si rivolgevano a lui, in quanto funzionario dell’Ispettorato dell’Agricoltura di Catania.

A scoprirlo è stata la guardia di Finanza della Tenenza di Nicosia grazie alle testimonianze di alcune vittime. Allo stesso però sono stati denunciati 25 operatori economici che hanno tentato di ostacolare le indagini. 

Il funzionario, secondo quanto è emerso dall’attività investigativa, ha richiesto tangenti per oltre 250 mila euro. Soldi questi che dovevano essere pagati attraverso assegni bancari non intestati e versati su conti correnti bancari o libretti postali intestati a terzi: amici o parenti del funzionario.

I reati ipotizzati sono estorsione e riciclaggio, favoreggiamento personale e autoriciclaggio oltre a concussione. Globalmente i finanzieri hanno controllato contributi comunitari in agricoltura per 2 milioni e 182 mila euro.

 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA