Evento

Volata la prima giornata del G7: tutto quello che è successo

CENA 26
27 mag 2017 - 06:15

TAORMINA – Festa, sorrisi, lavoro e relax ed anche un velo tragico: la prima giornata del G7 a Taormina è volata via tra un giro per le vie di Catania per le consorti dei “potenti” e quest’ultimi impegnati già a stipulare accordi su tematiche attuali e delicate come la lotta al terrorismo e il caso migranti.

Un percorso fatto da una lunga giornata trascorsa tra Catania e Taormina, le foto di rito al momento della presentazione al teatro Greco e di quelle sul balcone del Comune di Catania. Il G7 ha già fatto parlare di sé visti i riflettori di tutto il mondo puntati sulla Sicilia che ospita i più potenti capi di stato, tra cui anche una delegazione di Stati Africani, il presidente della Commissione Europea Junker ed il presidente del Consiglio Europeo Tusk.

Tutti gli occhi puntati sui “Magnifici Sette” che incontrandosi all’hotel San Domenico dopo la cerimonia di presentazione, e in seguito allo show delle Frecce Tricolore in cielo, hanno animato un tavolo di lavoro con tanto di presunti documenti firmati inerenti alla lotta al terrorismo, con un accordo di massima. Sembrerebbe stato raggiunto anche un compromesso per i flussi migratori. I lavori hanno riguardato pure la situazione in Ucraina e i rapporti con il presidente russo Putin, dove i pareri pare siano contrastanti.

La giornata però è cominciata prima, in particolare per gli “husbands and ladies” dei presenti al G7. Arrivata a Catania, Melania Trump, consorte del presidente americano Donald Trump, ha catturato l’attenzione di tutti con un meraviglioso abito firmato Dolce e Gabbana ed un turbino bianco con accentuati motivi floreali. Un sorriso smagliante che ha “steso” tutti coloro che la guardavano, da vicino e da lontano. Come da programma, oltre alla First Lady americana vi erano anche Emanuela Mauro, moglie del premier Gentiloni, Jachim Sauer, Sophie Gregoire, Melania Knauss, Amanda Succi, Akie Matzuaki e Ulrich Merkel, marito della cancelliera tedesca: tutti accolti calorosamente da Enzo Bianco, sindaco di Catania.

Nonostante le polemiche per la scelta del primo cittadino etneo di chiamare uno staff di marca agrigentina per preparare il lussuoso pranzo nel salone Bellini, questo è filato liscio con gli ospiti decisamente soddisfatti: Pino Cuttaia, lo chef, ha deciso di servire alle “Ladies” e agli “Husbands” una nuvola caprese seguita da un baccalà all’affumicato di pigna. Poi verdure di cocuzza e arancino al ragù di triglia e finocchietto selvatico. Come secondo è stata servita la ricciola lisciata all’olio di cenere e poi il classico e tipico cannolo di ricotta con scorza d’arancia. Un pranzo gustoso che ha accompagnato tutti verso il Monastero dei Benedettini prima di ritrovare i propri mariti e le proprie mogli a Taormina.

Tutti insieme, dunque, hanno assistito al suggestivo spettacolo musicale dell’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano al teatro Greco per poi dirigersi al Timeo, dove è stata consumata la cena offerta dal presidente della Repubblica Mattarella.

Una notizia triste, però, ha macchiato la prima delle due giornate del G7: un giornalista francese, inviato per seguire la manifestazione a Taormina, è infatti deceduto, trovato morto nel letto della sua camera a causa di un improvviso malore che lo ha spento all’età di 59 anni.

Per domani la sessione di lavoro iniziale vedrà come oggetto di discussione l’Africa con lo sviluppo economico. Successivamente verranno trattate tematiche come la parità di genere, l’immigrazione e la sicurezza alimentare. Nel pomeriggio, invece, ci saranno una serie di conferenze di ogni leader del G7 per concludere la due giorni nella Perla dello Ionio.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA