Denuncia

Vittoria, i residenti insorgono contro l’ecocompattatore: “Non si riesce più a dormire”

ecocompattatore
20 ott 2015 - 11:38

VITTORIA - L’ecocompattatore in funzione da qualche settimana a Vittoria ha fatto registrare un vero e proprio boom. Tantissimi i cittadini che si sono recati in via Como, sinora l’unico punto attivo, per “compattare” le bottiglie di plastica e in cambio ricevere uno scontrino con gli sconti per i negozi convenzionati.

Spesso l’ecocompattatore si è riempito visto il grande afflusso di utenti e tra i ragazzini e non è iniziata una caccia alla bottiglia per ottenere il tanto atteso “premio”.

Un’inversione di tendenza senza dubbio positiva ma che ha minato la quiete dei residenti che non riescono più a riposare la notte e devono fare i conti con un afflusso spasmodico e disordinato di auto durante il giorno.

“Questa notte mi hanno suonato a mezzanotte e mezza – spiega una signora che abita vicino all’ecopunto – per sapere come introdurre le bottiglie. L’altra mattina hanno suonato alle sei. Non si può vivere così! È impossibile riposare e star tranquilli come prima”.

“A Milano questi ecocompattatoriprosegue la residente - sono nei centri commerciali, nelle piazze o nei parcheggi. Non sotto la casa della gente. Vengono ragazzini di tutte le portate per raccattare bottiglie e non ci sentiamo nemmeno più sicuri con tutto questo afflusso. Qualcuno ha preso il riciclo come un modo per campare”.

I residenti hanno presentato un esposto al sindaco e informato le autorità, allertando anche i vigili urbani. Sembrerebbe che ci sia l’intenzione di spostare il compattatore ma ancora nulla è cambiato. 

“Ce lo siamo trovati sotto casa – conclude la signora – da un giorno all’altro. Non contestiamo l’utilità dell’ecopunto, anzi è una bellissima iniziativa ma che andava posta in un luogo diverso”.

Commenti

commenti

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento