Arresti

Ancora violenza sulle donne. Stavolta è successo a Messina

oppressione 1
20 ott 2014 - 19:40

MESSINA - Tre donne picchiate selvaggiamente dall’uomo che dice di amarle. È paradossale, ma è così e, sfortunatamente, non è la prima volta che accade.

Due situazioni distinte in cui a farne le spese, sono, ancora una volta, delle donne.

Fortunatamente i crimini – questi perlomeno – non sono rimasti impuniti, grazie al tempestivo intervento della polizia che ha tratto in arresto i due uomini con l’accusa di lesioni personali.

Il primo, un uomo di 30 anni, in preda ad uno scatto d’ira, probabilmente per motivi di gelosia, ha colpito più volte la compagna e la suocera di fronte agli occhi della figlioletta di pochi anni. La furia ha anche coinvolto mobili e suppellettili presenti nell’abitazione.

Il secondo, un messinese di 28 anni, ha colpito la moglie 24enne con la fibbia di metallo della cintura. Lo strazio si è concluso quando la donna, fredda e lucida, ha impugnato un coltello per scoraggiare il marito a continuare la “mattanza”. Anche in questo caso il tutto è avvenuto sotto gli occhi delle due figlie di 8 mesi e 3 anni.

Commenti

commenti

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento