Arresto

Violenza fisica e mentale su una prostituta: in manette il complice di Asan Mustafa

lica toader
30 mar 2015 - 13:16

CATANIA – Lica Toader: è questo il nome dell’uomo che ha spalleggiato Asan Mustafa il rumeno che ha violentato psicologicamente e fisicamente una prostituta per estorcerle denaro.

Sfuggito alla cattura la notte stessa nella quale la vittima si è rivolta alla Questura, Lica Toader, 50enne rumeno è stato trovato nella sua abitazione nel quartiere di San Berillo mentre preparava i bagagli per scappare prima che lo arrestassero.

Ad incastrare i due carnefici, lo ricordiamo, è stata una donna dell’est Europa che stanca di essere picchiata ha raccontato tutto agli agenti. Lei era arrivata in Sicilia con un’unica speranza: quella di trovare un lavoro e invece è stata sbattuta sui marciapiedi della città per prostituirsi.

Lica Toader, stamattina, è stato poi accompagnato negli uffici della Questura e sottoposto al fermo d’Indiziato, per i reati di estorsione e sfruttamento della prostituzione e quindi è stato rinchiuso al carcere di Piazza Lanza su disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Commenti

commenti

Alessandra Modica



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento