Denuncia

Vigili del fuoco senza mezzi, soccorsi a rischio: situazione più critica a Trapani

pompieri
22 set 2016 - 18:36

TRAPANI -  “La situazione più critica è a Trapani. Domenica scorsa, le sedi dei vigili del fuoco di Castelvetrano, Marsala, Mazara del Vallo e Salemi sono rimaste non operative a causa dei guasti ai vecchi automezzi dei vigili del fuoco. La situazione è disastrosa a causa dei tagli degli anni scorsi e il soccorso è a rischio se non si interviene“.

Queste le dichiarazioni di Giuseppe Musarra segretario del sindacato dei vigili del fuoco Conapo per la Siclia. “Immaginate di chiamare il 115 per segnalare un’emergenza e che l’operatore dall’altra parte vi risponda che i vigili del fuoco tarderanno ad arrivare perché il distaccamento che si trova nelle vicinanze non funziona a causa dei guasti agli automezzi. Purtroppo – denuncia Musarra – questo ipotetico scenario, visti i recenti accadimenti, diventa ogni giorno più probabile, visto che la situazione è simile in quasi tutte le province della Sicilia“.

Da anni – aggiunge - le nostre segnalazioni all’amministrazione hanno ottenuto come risposte solo meri palliativi, rappresentati dall’invio di mezzi già obsoleti da altri comandi, che alla fine hanno rimpinguato la flotta di autobotti, autopompe, autoscale ferme nelle varie officine siciliane in attesa di riparazioni, spesso anche antieconomiche“.

immediati interventi per evitare il verificarsi di tragiche conseguenze - sollecita quindi Musarra -. Il Conapo ha informato di tale disastrosa situazione anche tutte le prefetture della Sicilia sperando che i prefetti intercedano presso il governo centrale“.

I 100 milioni annunciati da Renzi dopo il terremoto per rinnovare il parco mezzi dei vigili del fuoco? Bene ma sicuramente tardivi – ha concluso il responsabile del Conapo - visto che ancora siamo agli annunci e prima che si traducano in effettivi acquisti passeranno anni“.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA