Indignazione

Vigili del Fuoco di Catania disgustati per poca considerazione ricevuta da Bianco

IMG_4917-985x500
7 feb 2017 - 18:41

CATANIA - All’indomani dalla festa di Sant’Agata, i Vigili del fuoco del comando di Catania, aderenti all’USB sono, a dir poco, disgustati per la “considerazione” che hanno ricevuto durante e dopo la festa.

Basta leggere il loro comunicato di cui pubblichiamo le parti salienti: “A Catania ne succedono di tutti i colori. Abbiamo, come USB, lo scorso anno, fatto segnalazioni di ogni tipo e cercato di far ‘ragionare’ un’ amministrazione locale che si limita alla sola gestione fallimentare di tutta la provincia etnea. Ed oggi, festa della città, abbiamo assistito alla svendita di un servizio attraverso l’uso di una squadra di vigili del fuoco gratuitamente. L’Usb è in agitazione nazionale e vede tra le sue richieste il dispositivo etneo come richiesta di punta. Ricordiamo all’amministrazione centrale che questo comando era, in un tempo passato, il comando SOT (Servizio Operativo Terremoti)… Oggi è oramai ridotto a ‘baraccone’ del soccorso. Qui, da Catania, anche in questi giorni di festa, dimostriamo il fallimento della macchina del soccorso. Ma forse con l’aiuto della ‘patrona’ anche questa avventura è passata. E, ancora una volta, a luci spente, il Palazzo si dimentica del nostro lavoro. Cosa che ci tocca in queste ore e che ha infastidito l’intero personale VVF è che Enzo Bianco, il primo cittadino, analizzando i risultati ottenuti dalla sicurezza durante la festa, non ci ha assolutamente menzionato, anzi come sempre, adduce compiti che non spettano agli altri. Ricordiamo anche al sindaco Bianco, che il soccorso tecnico urgente, è esclusivamente lavoro dei vigili del fuoco! Lo rimarcheremo fino alla nausea. Ancora una volta siamo stati ignorati e umiliati”.

Comments

comments

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA