Violenza sessuale

Il video che “inchioda” il bidello che ha abusato della ragazzina di 16 anni

Violenza sessuale
7 giu 2016 - 09:21

RAGUSA - Ecco le immagini che immortalano il bidello 53enne mentre circuisce la giovane migrante di soli 16 anni.

Qualche settimana fa, un’educatrice di un centro per minori non accompagnati che collabora costantemente con la Squadra Mobile di Ragusa in occasione degli sbarchi, ha contattato le poliziotte in servizio alla Sezione reati contro la persona ed i minori, per segnalare il comportamento anomalo di una ragazzina di appena 16 anni, la quale si rifiutava di andare a scuola, nonostante la gioia espressa nei primi mesi.

L’educatrice, con grande abilità e senso del dovere, è riuscita a capire che era proprio la scuola a creare disagio alla ragazzina.

La piccola è stata ascoltata da una poliziotta specializzata in questo settore, da una psicologa, da un’interprete, dal suo tutore e da un’avvocato ragusano nominata dal Tribunale per i minori di Catania.

Con molte difficoltà e dopo un pianto liberatorio, la piccola ha raccontato le tremende pressioni psicologiche alle quali era sottoposta da parte di un uomo, nella scuola da lei frequentata, dove era stata inserita dalla comunità per offrirle un’educazione ed una formazione che le avrebbero permesso di poter trovare in futuro un lavoro.

Il racconto della piccola vittima diventava sempre più duro, i dettagli sempre più “forti”, bisognava interrompere spesso il colloquio perché la piccola non riusciva a smettere di piangere.

La ragazzina ha raccontato di quest’uomo che lavorava a scuola che le aveva detto di volerla sposare, di volerle fare regali, la chiamava moglie e le voleva dare del denaro per consumare dei rapporti sessuali. 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA