Migranti

Viaggi della speranza: fermati quattro scafisti egiziani a Catania

finanza poseidon triton
4 lug 2015 - 10:30

CATANIA - Sono quattro gli scafisti, tutti di origini egiziane, fermati nelle ultime ore dalla guardia di Finanza e dalla polizia di Catania; a tutti loro è stato contestato il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. In particolare ai quattro uomini stranieri si riconosce il coinvolgimento nello sbarco di migranti dello scorso 25 giugno.

Ahmad Hassan Ali Mahmoud, Ahmad Ramadan Mohammedd Assan, Ibrahim Mohammad Ahmad Ali e Bashaudi Mohammad Said Mustafa (quest’ultimo minorenne) avrebbero tentato di guidare un vecchio peschereccio con a bordo 277 persone provenienti da varie località (Eritrea, Siria e Somalia) dall’Egitto all’Italia.

Il natante però è stato intercettato dalla nave svedese Poseidon, impegnata nell’operazione Triton. Comunicate le proprie coordinate, l’imbarcazione militare ha lasciato che le unità veloci della guardia di Finanza e le forze dell’ordine si recassero sul posto.

I migranti sono stati così scortati al porto di Catania e poi smistati verso i centri d’accoglienza. Intanto polizia e guardia di Finanza hanno avviato le indagini di routine. Gli scafisti maggiorenni sono stati arrestati e condotti al carcere catanese di piazza Lanza, il quarto membro dell’equipaggio invece è stato portato al centro di prima accoglienza di via Franchetti, ancora nel catanese, con l’obbligo di rimanere a disposizione degli inquirenti. 

Commenti

commenti

Valentina Idonea



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento