Delitto Loris

Veronica: “Mio suocero deve guardarmi negli occhi e dire che non ha ucciso mio figlio”

Veronica Panarello
19 mag 2016 - 19:03

SANTA CROCE CAMERINA - Sembra non voler finire mai il caso Loris, con Veronica Panarello, madre e presunta assassina del bambino, che ha richiesto il cosiddetto confronto all’americana (cioè far riconoscere il criminale visivamente ad una serie di testimoni oculari) col suocero Andrea Stival.

La richiesta è stata depositata da Francesco Villardita, avvocato della donna. 

La presunta killer intanto si rivolge al suocero, che ha sempre negato qualsiasi responsabilità, chiedendo di guardarla negli occhi mentre sostiene di non aver ucciso il piccolo Loris e di non aver mai avuto una relazione con lei.

In tutto questo il settimanale “Giallo” ha lasciato trapelare delle indiscrezioni sulla perizia psichiatrica della donna, che risulterebbe perfettamente lucida; questo, sostiene Villardita (che comunque ha sottolineato di non conoscere l’esito della perizia), renderebbe ancora più valido il confronto, che potrebbe risultare quindi determinante per arrivare alla verità.

Per sapere come proseguirà questa storia non c’è che da aspettare il processo del 20 giugno.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA