Costernazione

Venerdì i funerali di Marina Zuccarello: il cordoglio del sindaco di Misterbianco

sindaco Misterbianco
4 ago 2016 - 07:13

MISTERBIANCO - “Sabato scorso una grave tragedia si è abbattuta sulla nostra comunità”: inizia così il cordoglio del sindaco di Misterbianco, Nino Di Guardo, per Marina Zuccarello, la catanese uccisa barbaramente dall’ex fidanzato della figlia.

“Come riportato da tutti i mezzi di informazione, la nostra concittadina Marina Zuccarello è stata barbaramente uccisa mentre si trovava nella sua villetta alla Madonna degli Ammalati dall’ex fidanzato di una delle figliole”, continua il primo cittadino.

“Questo atroce delitto ha lasciato sgomento l’intero paese. Sono rimasto sconvolto e addolorato. Conosco da sempre tutta la famiglia. Marina era una persona dolce, stimata e voluta bene. – continua Nino Di Guardo – Al marito Turi mi lega una lunghissima amicizia e le loro graziose figliole le ricordo sin da bambine. Una famiglia unita e di sani principi”.

Nonostante “l’unione e i sani principi” cui fa riferimento il sindaco, niente ha impedito alla signora Marina, di finire vittima di quel folle che conosceva. 

“Appena appresa la notizia sono corso ad abbracciarli e da quel momento ho osservato un doveroso silenzio per rispetto del loro infinito dolore. Stasera mi è giunta notizia che domani verrà eseguita l’autopsia e che i funerali si celebreranno molto probabilmente venerdì in Chiesa Madre. Ho spezzato il silenzio solo per comunicarlo a quanti vorranno partecipare alla cerimonia d’addio”.

Domani, dunque, nella Chiesa Madre di Misterbianco, si svolgeranno i funerali di Marina. Ennesima vittima di femminicidio, ennesima vittima di un amore malato. Lei, madre di due figlie, amorevole e protettrice. Perché sì, diciamocela tutta, in ogni modo avrebbe impedito il riavvicinamento della figlia all’ex fidanzato. Perché c’aveva visto bene e perché, quel giorno, quel sabato mattina scorso, il destino forse ha voluto venisse uccisa lei e non la figlia.

“Io sarò presente non solo come amico ma come sindaco indossando la fascia in rappresentanza di tutta la città e portando l’abbraccio di tutta la comunità misterbianchese. Purtroppo, a Misterbianco, non è il primo caso di femminicidio. Qualche anno fa ho intitolato un parco giochi a tutte le donne vittime di violenza e così anche il ricordo della dolce Marina rimarrà indelebile nei nostri cuori”, conclude il primo cittadino Nino Di Guardo. 

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA
  • monica palazzolo

    Ringrazio per la delicatezza e il rispetto che
    il sindaco ha avuto verso la famiglia Palazzolo.Sono i veri amici più che i parenti,che nei momenti più terribili,si dimostrano importanti.
    Sono la nipote di Turi,un uomo forte,e che ha messo al primo posto il valore della famiglia.
    Monica.Ciao Zio.