Truffa

Vendita di loculi ad Erice: le vittime del raggiro aumentano

1411245897-0-nuovi-loculi-e-cellette-ossario-al-cimitero-di-ragusa-centro
7 gen 2017 - 17:50

TRAPANI – Le vittime della presunta truffa riguardante la vendita di nuovi loculi al cimitero di Erice aumentano.

Il caso risalirebbe agli anni tra il 2011 e il 2014, e a trovarsi davanti al giudice monocratico di Trapani, nel processo che si aprirà il prossimo mese di marzo, sono il titolare di un’impresa di pompe funebri e un dipendente della ditta incaricata dal Comune di Erice di eseguire i lavori.

Per loro l’accusa è di truffa aggravata e di appropriazione indebita.

Stando alle indagini, sarebbero ben 22 le persone rimaste vittime del raggiro ma, dopo aver appreso la notizia del rinvio a giudizio dai media, altre persone si sono rivolte all’avvocato Vincenzo Maltese, che assiste già alcuni dei truffati, dopo aver accertato che le somme di denaro versate alla ditta di onoranze funebri per l’acquisto di loculi non sarebbero state consegnate, come dovuto, all’amministrazione comunale di Erice.

Il legale sta predisponendo un ulteriore esposto, che sarà depositato a breve, con istanza di qualificazione di persone offese affinché la Procura di Trapani accerti anche gli ulteriori fatti e circostanze emersi.

Da valutare, secondo le parole dell’avvocato Maltese, anche la posizione della Cimer srl e, in particolare, se siano addebitabili particolari responsabilità per ‘culpa in vigilando‘ sul proprio dipendente.

Comments

comments

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento