Società

Unioni Civili, prima celebrazione catanese al Castello Ursino

unioni civili
29 ago 2016 - 16:47

CATANIA - Dopo anni di battaglie per vedere concessi i propri diritti oggi il sogno di Laura Testa e Rosalba Caruso, diventa realtà riuscendo, finalmente, a coronare il loro amore. Il Castello Ursino è stato il luogo predefinito per dar vita alla prima Unione Civile a Catania.

La cerimonia, per ovvi motivi di carattere religioso, non si è potuta svolgere in una chiesa e, come la prassi richiede, deve avvenire di fronte ad un Ufficiale di stato civile, che registra l’atto della costituzione dell’Unione Civile alla presenza di due testimoni.

L’atto verrà, appunto, registrato nell’archivio dello stato civile con la possibilità per i “neo coniugi” di poter stabilire di assumere un cognome comune scegliendolo tra i loro cognomi oppure di poter anteporre o posporre il cognome della consorte al proprio.

Con il recentissimo ddl Cirinnà, infatti, sono stati introdotti due istituti nel nostro ordinamento completamente diversi tra di loro. Il primo riguarda le coppie omosessuali per le quali arrivano le unioni civili  con tutta una serie di diritti e doveri che le avvicinano al matrimonio.

Il secondo invece riguarda le coppie eterosessuali per le quali nascono le convivenze con obblighi reciproci minori rispetto al primo istituto ed una marcata mancanza di diritti come la reversibilità.

Carlo Marino



© RIPRODUZIONE RISERVATA