Disagi

Ugl: “Interventi urgenti di manutenzione nell’area industriale di Catania”

zona industriale
2 mar 2015 - 18:16

CATANIA - Nonostante i ripetuti appelli e i noti fatti di cronaca dovuti agli allagamenti e ai diversi incidenti verificatesi negli anni, si continua ad assistere ad un totale disinteresse e abbandono della zona industriale di Catania, area in cui sono situati i maggiori poli industriali etnei. I disagi, dopo le recenti piogge, sono evidentissimi ed i lavoratori stanno denunciando in questi giorni serie difficoltà a raggiungere le aziende con le proprie auto. Le condizioni del manto stradale sono da terzo mondo. Difatti parecchi lavoratori che operano nella suddetta zona hanno avuto problemi con le proprie auto a causa del dissesto delle condizioni stradali: crepe e voragini che difficilmente possono essere evitate, soprattutto nelle ore notturne in cui la zona è totalmente al buio (illuminazione che manca nonostante le promesse fatte dopo la tragica rapina di anni addietro ai danni di un povero lavoratore), che hanno recato inevitabilmente un danneggiamento all’automobile e, in taluni casi, anche alle persone stesse.

strade

La Ugl di Catania denuncia la situazione e chiede interventi immediati: “Questa condizione non è concepibile in una zona ad alta densità di trasporti e scambi commerciali! Non possiamo discutere di sviluppo, se prima non saranno sanate definitivamente queste essenziali condizioni. Una situazione indecente, che offende la città, i suoi lavoratori e che rappresenta un pessimo biglietto da visita per i numerosi clienti, fornitori e addetti ai lavori che arrivano nella zona da tutta Italia e dall’estero, impedendo in tal modo anche nuovi e ulteriori potenziali investitori, fonte di sviluppo e occupazione. Chiediamo pertanto alle istituzioni di competenza di occuparsi seriamente e urgentemente delle infrastrutture pubbliche che riguardano la zona industriale catanese, mettendo in sicurezza le strade con il ripristino del manto (e non con il classico rattoppo catanese), con l’installazione di un’adeguata illuminazione e la bonifica di determinate aree ridotte ormai a pericolosa discarica“.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento