Sicurezza

Ubriachi sul bus, Lo Schiavo: “I servizi notturni vanno rimodulati o eliminati”

Amt
26 set 2016 - 10:32

CATANIA - Dopo la rissa di domenica notte su un autobus della linea Librino Express, si riapre il dibattito sulla sicurezza degli autisti impiegati nelle corse notturne

L’autista rimasto coinvolto nella rissa non è stato aggredito ma, quando ha cercato di calmare gli animi dei ragazzi, ha ricevuto come risposta uno sputo in faccia. 

Giovanni Lo Schiavo, segretario Fast Confsal, ha dichiarato a NewSicilia: “Ci rivolgeremo al nuovo presidente, già allertato sulla questione. Il problema è la rimodulazione delle corse, attualmente fuori controllo: questi autobus camminano di notte solo per mettere a repentaglio l’incolumità dell’autista. Occorre rimodulare questi servizi notturni, capire se questi hanno ragione di esistere. In caso contrario bisogna trovare una soluzione a una situazione diventata pesante e deleteria per tutti gli autisti coinvolti“.

Lo Schiavo suggerisce l‘introduzione di un servizio di vigilanza adeguato e un impianto di videosorveglianza sulle vetture. L’azienda, però, al momento non è nelle condizioni di poter prendere questi provvedimenti. La situazione delle casse dell’Azienda Metropolitana Trasporti è nota a tutti: il Comune di Catania deve ancora versare 40 milioni di euro per la sua partecipata. 

Il nuovo presidente, Puccio La Rosa, si insedia oggi. Domani dovrebbe incontrarsi con i manager del’azienda per fare il punto dela situazione e predisporre una convocazione con i sindacati per un primo quadro ricognitivo. 

Come sottolinea Lo Schiavo “per salvare questa azienda occorrono soldi, mezzi e uomini“. Per tale motivo, infatti, bisognerà predisporre un percorso e valutare se il Comune di Catania vorrà adottare un piano di rientro. 

Aurora Circià



© RIPRODUZIONE RISERVATA