Fenomeni

“Le trombe d’aria sono eventi distruttivi ma isolati”, nessuna correlazione tra Roma e Catania

uragano
12 nov 2016 - 06:58

CATANIA - Dopo la tromba d’aria che ha messo in ginocchio Roma e il litorale laziale, causando ingenti danni e due vittime un po’ di paura si è diffusa anche tra i siciliani.

Infatti tra giorno 7 e giorno 8 diverse raffiche di vento si erano abbattute nel Giarrese, fortunatamente senza causare vittime, nonostante ci siano stati diversi crolli e danni.

Alla luce quindi dei recenti avvenimenti abbiamo contattato la Protezione Civile, che ci ha rassicurato: “Le trombe d’aria sono sicuramente distruttive, ma isolate. Il fatto che un evento simile si sia abbattuto su Roma non significa che debba accadere anche a Catania“.

A questo punto sorge spontanea una domanda, è possibile prevedere una tromba d’aria?

Purtroppo no. Possiamo sicuramente prevedere forti venti ma non il formarsi di una tromba d’aria“.

Ma come comportarsi in caso di uragano? I consigli degli esperti sono diversi, vediamone alcuni.

Allontanarsi assolutamente da porte e finestre, che si potrebbero facilmente distruggere. Rintanarsi poi nei piani più bassi, evitando la mansarda, perché il tetto potrebbe crollare. Staccare immediatamente luce e gas, per scongiurare il pericolo di un corto circuito.

Non bisogna neanche toccare i rubinetti. Perché? Perché i fulmini generati dalla tromba d’aria si propagano attraverso il metallo e si rischia di rimanere folgorati. Evitare, per lo stesso motivo, di stare vicino ad alberi, fiumi, o strutture metalliche. Tenersi poi a distanza dai muri degli edifici, soprattutto se prefabbricati, e non rifugiarsi in macchina. La soluzione quindi, se non si hanno rifugi sicuri è coricarsi a pancia in su negli avvallamenti del terreno.

Omar Qasem



© RIPRODUZIONE RISERVATA