Sparatoria

Trapani, ferito gravemente il nipote di un presunto mafioso

ospedale palermo
21 nov 2015 - 12:19

ALCAMO - Un colpo di fucile, nella notte, nel bel mezzo del torace e, adesso, rischia la vita. 

Ad essere ferito gravemente, ad Alcamo, nel trapanese, è stato Enrico Coraci di 30 anni che, subito dopo l’accaduto, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale “Cervello” di Palermo.

La vittima, incensurata, è il nipote di Vito Coraci. Quest’ultimo risulta essere un indiziato mafioso accusato di aver avuto un ruolo nel sequestro del piccolo Giuseppe Di Matteo, rapito il 23 novembre del 1993 al maneggio di Altofonte da un gruppo di mafiosi che agivano su ordine di Giovanni Brusca, allora latitante e boss di San Giuseppe Jato.

Secondo ultimi aggiornamenti, Enrico è stato soccorso in una traversa del corso VI Aprile. 

Intanto, i Carabinieri del luogo, si stanno occupando delle indagini. 

 

 

Commenti

commenti

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento