Antimafia

Trapani, “Coop Adriatica” dona 70mila euro a Libera

donazione
15 dic 2015 - 18:55

TRAPANI - Da sempre, il Natale è anche sinonimo di solidarietà, come dimostrato oggi dalla Coop Adriatica.

Quest’oggi, infatti, il vicepresidente della Coop Adriatica, Elio Gasperoni, si è presentato alla prefettura di Trapani per la consegna dell’assegno simbolico ai rappresentanti dell’associazione di don Luigi Ciotti “Libera”

La cifra ammonta a 70.000 euro e questi soldi serviranno per contribuire alle diverse attività della cooperativa di Libera Terra “Rita Atria”, sorta sui terreni confiscati alle mafie nel Trapanese, nei comuni di Castelvetrano, Partanna e Paceco.

trapani

Le attività della cooperativa Libera Terra “Rita Atria” si svolgeranno nell’ambito della campagna “La legalità mette radici” che prevede la realizzazione di tre obiettivi: piantumare alberi sui terreni confiscati, rafforzare le potenzialità produttive delle cooperative di Libera Terra che li gestiscono in termini di infrastrutture e mezzi, sviluppare nuovi progetti per la valorizzazione delle terre confiscate.

Durante l’incontro Elio Gasperoni ha dichiarato: “Senza legalità non si può far bene il nostro mestiere. Senza imprese pulite non si crea vera economia. Abbiamo avviato da tempo come Coop Adriatica un percorso  virtuoso con Libera, che sarà portato avanti dalla nuova Coop Alleanza 3.0 che nasce nel 2016. Anche il nostro impegno in Sicilia continua”.

Il prefetto di Trapani, Leopoldo Flaco, in apertura di cerimonia, ha così commentato: “Contro la mafia non stiamo con De Coubertain: dobbiamo vincere e basta, non possiamo permetterci di solo partecipare”.

“Le imprese in amministrazione giudiziaria – ha commentato Piero Grillo, presidente della sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Trapani – hanno difficoltà a competere sul piano dei costi di produzione. Ringraziamo Coop che, offrendo i propri scaffali a queste imprese, ci aiuta nel nostro difficile lavoro”.

Salvatore Inguì, referente provinciale di Libera a Trapani, ha così ringraziato le istituzioni: “Grazie a loro riusciamo a portare avanti nella nostra provincia un lavoro difficile e rischioso. Senza questi uomini  non potremmo farcela”.

Intanto, i clienti di Coop Adriatica, dal 7 settembre al 6 dicembre, hanno potuto collezionare otto animaletti di peluche e comprare un libro con le avventure a fumetti per raccontare, ai più piccoli, in modo divertente, il mondo della natura e della legalità.

Nei territori in cui Coop Adriatica è presente – Veneto, Emilia-Romagna, Marche e Abruzzo – l’iniziativa ha dato la possibilità di collezionare oltre 586 mila animaletti di peluche e divertire i bambini con più di 22 mila copie del volume.

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA