Operazione

Traffico di uomini sull’asse Catania, Bari e Salerno: emergono contatti “filo-jihadisti”

migranti con contatti filo-jihadisti
10 mag 2017 - 10:27

CATANIA - Importante operazione portata a termine dalla polizia di Stato di Bari, coordinata dalla Dda, che ha permesso di arrestare  alcuni cittadini somali ritenuti come presunti trafficanti di uomini tra Salerno, Bari e Catania.

Questi migranti sono stati accusati, appunto, di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina a scopo di lucro, uso di documentazione falsa, associazione a delinquere finalizzata alla permanenza illegale di soggetti clandestini in Italia ed in altri paesi esteri e corruzione di incaricato di pubblico servizio.

In particolare alcuni di questi migranti sono stati intercettati su diversi social network, mentre avrebbero avuti contatti con soggetti ritenuti filo-jihadisti, molto vicini all’organizzazione terroristica somala “Al Shabaab”.

Non appena sono stati effettuati gli arresti, i siti informatici, non abilitati in Italia e che venivano utilizzati regolarmente dagli indagati per effettuare servizi di pagamento, sono stati tempestivamente oscurati dalla polizia postale.

Oltre a questi cittadini somali, nel vaglio delle indagini è finito anche un impiegato del comune di Bari accusato di essersi fatto corrompere per il fine di rilasciare documentazioni false circa le residenze dei cittadini somali presenti nel capoluogo pugliese.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA