Robin Hood

Trabia, non vuole smontare la tenda in spiaggia e minaccia agenti con arco e frecce

SONY DSC
17 ago 2015 - 13:32

TRABIA - Non voleva saperne di smontare la tenda dalla spiaggia e ha minacciato gli agenti della Municipale con arco e frecce.

Il balzano “Robin Hood” si chiama Giovanni Proietto ed è un 39enne di Caccamo ed è stato arrestato dai carabinieri per ben 2 volte.

La prima lo scorso sabato quando una pattuglia della polizia municipale del Comune di Trabia impegnata in un servizio di controllo per il rispetto dell’ordinanza sindacale, che prevede il divieto di introdurre sulla spiaggia tende barbecue bottiglie di vetro ed altro, ha invitato Proietto a smontare le tende.

PROIETTO GIOVANNI - CACCAMO 26.01.1976

 

L’uomo, visibilmente ubriaco, e con una bottiglia di vodka in mano però non ha voluto saperne e ha tentato di sferrare un pugno agli agenti minacciandoli di morte.

Allontanatosi ha preso un arco e una freccia cercando di scoccarla verso gli uomini della municipale ma è stato subito immobilizzato e disarmato e portato nella la caserma di Termini Imerese con l’ausilio dei carabinieri. L’uomo tratto in arresto con l’accusa di resistenza e resistenza a pubblico Ufficiale è stato giudicato con il rito direttissimo e a seguito di convalida è stato sottoposto ai domiciliari nella sua abitazione di Caccamo.

Però Proietto è stato arrestato la seconda volta ieri mattina quando i carabinieri si stavano recando nella sua residenza per verificarne la presenza in casa e l’hanno visto a passeggio noncurante della misura detentiva.

Accompagnato in caserma è stato in arresto con l’accusa di evasione dagli arresti domiciliari e nella mattinata odierna è stato condannato all’obbligo di dimora.

Commenti

commenti

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento