Fidapa

Toccante ricordo della tragedia delle shoah

DSC_0683
14 feb 2016 - 16:34

CATANIA - Bella pagina per la Fidapa sezione Gravina di Catania, presidente Patrizia Costa, l’incontro svolto all’Istituto “Leonardo da Vinci” di Catania, sul tema “La shoah dal mondo antico ad oggi”.

Porgendo i saluti, la presidente ha sottolineato con enfasi come la tragedia delle shoah riguarda tutti, poiché discende dall’intollerante violenza che con vari nomi ha funestato il cammino della civiltà europea.

I relatori di altissimo rilievo hanno apportato un fattivo contributo. Apre i lavori Ignazio Vecchio, docente di Storia della Medicina e Bioetica Medica presso il Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia, Università Catania, che analizza l’evento come “malattia razzista”, ricordando il conte Joseph Arthur de Gobineau, ispiratore di tutte le teorie razziste europee del XIX secolo. Gli ebrei nella nostra Isola, con la famosa shoah del 1492, furono espulsi sotto il dominio della Spagna anche per motivi artatamente religiosi, oltreché sostanzialmente economici.

DSC_0687

 

Quindi il Rabbino capo di Siracusa e Sicilia Stefano Di Mauro, medico chirurgo cardiologo, docente clinica medica università Miami, ha raccontato il suo rapporto con i superstiti dei campi di concentramento e come siano state devastate le loro personalità. L’antisionismo è colpa di politiche sbagliate da parte dell’America e dell’Europa”. Ha moderato Lella Battiato, un messaggio di profonda riflessione è stato dato da Domenico Rapisarda sindaco di Gravina di Catania che ha evidenziato l’importanza dell’abbattimento delle barriere dell’odio e da Stefano D’Agostino, direttore del “Leonardo da Vinci”.

DSC_0695_2

L’argomento ha suscitato interesse nella platea che ha partecipato con prestigiosi interventi: la delegazione del Corpo dei Marines USA di Sigonella: tenente John Cabbage, capitano Jeremy Phillips, cappellano Derrick Horne, sottufficiale Christopher Bulloch, sergente Andrew Deleon, sergente Kevin Austin Rodriguez, Alberto Lunetta, responsabile Relazioni Esterne. Presenti il Console di Malta Chiara Calì, di Grecia Arturo Bizzarro.

DSC_0723

 

Elena Di Blasi docente università di Messina; il piccolo Giuseppe Testa, sindaco junior che con la sua frase ha affascinato il pubblico: “Se comprendere è impossibile, ricordare è necessario e la conferenza è necessaria”.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA