Notizie dall'Italia

Finita a Milano la fuga del killer di Berlino: prima di morire urla “Allah Akbar”

anis-amri
23 dic 2016 - 11:12

MILANO - È finita nel milanese la fuga di Anis Amri, il tunisino presunto responsabile dell’attentato dei giorni scorsi a Berlino che ha causato la morte di 12 persone, tra cui l’italiana Fabrizia Di Lorenzo, e il ferimento di una coppia di palermitani.

L’uomo era stato fermato per un normale controllo in piazza I Maggio a Sesto S. Giovanni alle ore 3 circa.

Stando alle prime ricostruzioni fornite dalla polizia, il giovane era a piedi e, alla richiesta avanzata dagli agenti di esibire i propri documenti, avrebbe risposto estraendo una pistola dallo zaino e sparando a un poliziotto, ferito alla spalla. Ne è nato uno scontro a fuoco che ha causato la morte del tunisino. Ad uccidere il terrorista sarebbe stato l’agente Luca Scatà, 29enne originario di Canicattini, in provincia di Siracusa, in prova al commissariato di Sesto San Giovanni.

Le condizioni del poliziotto ferito, trasportato all’ospedale di Monza, non sarebbero gravi.

La radicalizzazione di Anis Amri era avvenuta in Sicilia.

Comments

comments

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento