Processo

Terrorismo, siriano alla sbarra a Catania per collegamenti con l’Isis

Isis
3 feb 2017 - 17:00

CATANIA - Accusato di essere collegato con una delle cellule degli jihadisti dell’Isis, il 22enne Mourad El Ghazzaoui è accusato di associazione e partecipazione a delinquere con fini terroristici anche a livello internazionale. Il giovane era sbarcato a Pozzallo, in provincia di Ragusa, il 4 Dicembre 2014.

Il processo è stato avviato oggi, sotto richiesta del neo legale dell’imputato, avvocato Luca Rusaro. Quest’ultimo è riuscito a ottenere il rinvio al 27 Febbraio, data in cui dovrebbe essere presente anche il suo assistito, ora detenuto a Sassari.

Secondo la Procura di Catania, Mourad El Ghazzaoui farebbe parte di un gruppo armato in stretto contatto con l’Isis di matrice integralista islamica. L’avvocato dell’uomo, invece, sostiene che il suo assistito sia giunto in Italia con i genitori, la sorella, il cognato e il nipote ben 3 anni prima e che i suoi collegamenti con l’Isis, rinvenuti in uno dei suoi 7 cellulari, fossero un falso.

L’avvocato Rusaro, inoltre, ha parlato del reale documento dell’uomo, che è stato ritrovato e sarà analizzato nelle fasi successive del procedimento. 

La polizia ha provveduto a sequestrare tutti i telefoni cellulari del sospettato, alcuni di ultima generazione.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA