Paura

Terrorismo islamico, espulsi da Catania due tunisini vicini a cellule jihadiste

Palestinian_militant_with_rifle
5 ago 2016 - 10:17

CATANIA - “Due tunisini sono stati espulsi dal nostro Paese“. Lo ha reso noto il ministro dell’Interno Angelino Alfano, spiegando che le espulsioni sono in tutto 106 dal 2015.

Prosegue – continua Alfano – l’intensa attività di prevenzione per abbassare il più possibile il livello di rischio in Italia, pur nella consapevolezza che nessun Paese, oggi, può dirsi a rischio zero“. I due tunisini, “dopo un’attenta e approfondita attività investigativa, sono stati allontanati dal territorio nazionale con un volo partito da Catania e diretto a Tunisi, per motivi di sicurezza dello Stato“, spiega il ministro, rilevando che “a loro carico, sono stati accertati legami con movimenti terroristici oltre a vari elementi che li hanno tratteggiati come soggetti socialmente pericolosi“.

Inoltre, dall’esame dei profili personali Facebook e dalle utenze dei loro telefoni cellulari, “sono emersi anche contatti con persone palesemente sostenitrici dell’estremismo religioso di matrice islamica e, specificamente, con il gruppo islamista Jabat al Nusra. Tutto questo – conclude il ministro dell’Interno – ha indotto i nostri investigatori a ritenere che i due cittadini tunisini potessero essere impegnati nella diffusione del messaggio radicale con finalità di proselitismo, oltre che legati, in qualche modo, a persone appartenenti a formazioni estremiste“.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA