Guardia di finanza

Terremoto Inda, 7 avvisi per associazione a delinquere e truffa

images
17 lug 2015 - 16:54

SIRACUSA - La Guardia di Finanza di Siracusa ha da poche ore completato la notifica del provvedimento di conclusione delle indagini preliminari e informazione di garanzia nei confronti di 7 soggetti, funzionari dell’INDA e imprenditori siracusani. Le indagini coordinate dal procuratore capo della Repubblica di Siracusa Francesco Paolo Giordano e dirette dal sostituto procuratore Roberto Campisi sono state svolte dal Nucleo di polizia tributaria ed hanno consentito all’A.G. inquirente di ipotizzare i reati di associazione a delinquere (art.416 c.p.) e truffa (art.640 comma 2 c.p.).

Gli investigatori hanno esaminato ed approfondito le spese sostenute dall’Istituto Nazionale del Dramma Antico, negli anni dal 2005 al 2012. Particolare attenzione è stata rivolta alle somme spese per servizi di pubblicità ed all’affidamento degli stessi; è emerso che i contratti venivano conclusi attraverso licitazioni private a favore di società riconducibili a parenti e/o coniugi di funzionari dell’INDA. Nello specifico, dalle indagini svolte dalle fiamme gialle aretusee, è risultato che, negli anni dal 2009 al 2012, sono stati affidati lavori relativi alla pubblicità per circa euro 500.000,00, poi risultati fittizi, ad una società i cui componenti erano in stretti rapporti di parentela con il responsabile operativo dell’INDA.

I soggetti interessati al provvedimento sono: Fernando BALESTRA, già sovrintendente dell’istituto, Enza SIGNORELLI  già consigliere delegato e Vanessa MASCITELLI responsabile operativo; gli IMPRENDITORI Angelo RENATO, Renato RENATO, Laura SCANDURRA e Giampiero PARRINELLO, amministratori, di diritto e di fatto, della ARCHIMEDEA S.R.L. di Siracusa.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento