Sinergia

Tenta il suicidio a Bologna: la polizia di Ragusa salva un ragazzo

Polizia Centrale Operativa
19 ago 2015 - 12:22

RAGUSA - Abita a Bologna e ha provato a suicidarsi, ma l’intervento della polizia di Ragusa, in sinergia con quella del capoluogo emiliano, è stato determinante nel soccorrerlo.

Il tutto è successo nella notte, quando un ragusano ha ricevuto una telefonata da parte dell’amico che abita a Bologna. Una conversazione breve, una richiesta di aiuto per un malore, poi il collegamento si è interrotto. Così, il cittadino siciliano ha richiesto l’aiuto della polizia, che ha chiamato il 118 emiliano. Ma, giunti sul posto, i sanitari hanno notato qualcosa di strano. A quel punto, il commissario capo di Ragusa Filiberto Fracchiolla ha contattato i colleghi di Bologna. Gli agenti, fatta irruzione nell’abitazione, hanno trovato un ragazzo appeso con delle corde legate al collo. 

Immediati i soccorsi per liberarlo e trarlo in salvo. La vittima aveva già presenti al collo i segni del soffocamento: se l’intervento degli agenti fosse tardato non ci sarebbe stata più alcuna speranza.

Ancora da capire le cause del tentato gesto estremo, anche se le prime ipotesi fanno pensare a un probabile litigio con la fidanzata.

 

Commenti

commenti

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un pensiero su “Tenta il suicidio a Bologna: la polizia di Ragusa salva un ragazzo

Lascia un Commento