Furto

Tenta di sfuggire all’arresto tuffandosi in mare. Aveva rubato nelle cabine di un lido

polizia
polizia
14 giu 2016 - 10:40

PALERMO - La Polizia di Stato ha arrestato R.F.G. 22enne palermitano responsabile del reato di furto aggravato.

Ieri, intorno alle 13.00, poliziotti del Commissariato di Mondello, durante il regolare servizio di controllo del territorio nei pressi del viale Regina Elena, hanno notato un giovane che, con delle borse in mano, si aggirava con fare sospetto in spiaggia tra le file di cabine.

Gli agenti si sono avvicinati per effettuare un controllo, ma il giovane ha lasciato la refurtiva e si è dato alla fuga.

Esausto per la lunga corsa il giovane malvivente, braccato dagli agenti, si è tolto scarpe e maglietta e si è tuffato in acqua nel tentativo disperato di farla franca.

Il giovane, R.F.G. 22enne palermitano è stato arrestato con l’accusa di furto aggravato e sottoposto agli arresti domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria ,in attesa del processo per direttissima che verrà celebrato oggi.

Gli agenti hanno recuperato anche la refurtiva, che è stata riconsegnata ai legittimi proprietari.

 

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA