Cgil

Tecnis tra debiti e crediti, Pistorio: “Una cosa è certa, l’azienda non può fallire”

Giovanni Pistorio, Fillea Cgil
30 mar 2016 - 19:37

CATANIA - C’è un dato che emerge: “La Tecnis non può fallire”. Tuona così il segretario Fillea Cgil Giovanni Pistorio.

Il punto fatto emergere questa mattina dal sindacato sull’attuale situazione dell’azienda è preoccupante. I lavoratori devono ancora ricevere 5 mensilità e ai fornitori in provincia di Catania mancano circa 11 milioni di euro. 

La questione è una però: “Bisogna risolvere il problema quanto prima, perché se le cose non dovessero andare a buon fine ci vorrebbero almeno altri 20 anni per completare le opere attualmente incompiute e per risollevare l’economia di questa città”, spiega Pistorio.

La prima grande risorsa per tenere in piedi l’azienda c’è e si chiama Anas, che deve versare nelle casse della Tecnis circa 20 milioni di euro.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA