#AnticrimineOggi

Succede a Siracusa e provincia: mercoledì 19 ottobre POMERIGGIO

siracusa19ottobre
19 ott 2016 - 16:40

SIRACUSA - Ecco i fatti di cronaca più importanti a Siracusa e provincia:

  • Episodio di violenza e denuncia ai carabinieri di due genitori disperati ed in lacrime dopo che per l’ennesima volta il figlio, per pochi euro, li ha minacciati con un coltello per farsi dare i soldi per comprare dello stupefacente. I genitori hanno così chiamato i carabinieri che sono intervenuti ed hanno arrestato il figlio Marco Manoli, 33 anni, nullafacente, incensurato, accompagnandolo in caserma. Dalla denuncia presentata dai genitori è emersa una storia fatta di anni di violenze e minacce da parte del ragazzo che in più circostanze ha danneggiato i mobili della casa e distrutto diversi oggetti, solo per ottenere soldi o far allontanare i malcapitati genitori così da avere la casa libera. Manoli, dopo le incombenze di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, non nell’abitazione familiare, così come disposto dall’autorità giudiziaria di Siracusa.

     

  • Proseguono i servizi dei carabinieri della Compagnia di Noto finalizzati alla prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. I carabinieri hanno puntato l’attenzione sul territorio del comune di Pachino, raccogliendo e sviluppando le segnalazioni di diversi residenti che hanno riferito di insoliti via vai di persone in determinate zone della cittadina. I carabinieri hanno organizzato un mirato servizio impiegando, in sinergia tra di loro, militari in uniforme e personale in abiti civili, effettuando una serie di perquisizioni finalizzate alla ricerca di sostanze stupefacenti. In particolare i carabinieri dell’Aliquota Operativa del N.O.R.M. hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti Mirko Cutrale, 25 anni, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti. Nello specifico, nel bagno dell’abitazione del giovane, occultate all’interno di una scarpa da ginnastica riposta sul davanzale della finestra, i militari hanno rinvenuto 6 dosi di sostanza stupefacente del tipo eroina. Altre due dosi della medesima sostanza sono state rinvenute nella camera da letto del giovane, occultate nella tasca laterale di una valigia, al cui interno erano stati riposti anche due bilancini elettronici di precisione. I carabinieri hanno anche rinvenuto un coltello con la lama sporca di stupefacente nonché tutto il materiale occorrente per confezionare le singole dosi. Tutto lo stupefacente rinvenuto è stato sottoposto a sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio del caso. Condotto in caserma, Cutrale è stato dichiarato in stato di arresto. Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato condotto nella propria abitazione dove sconterà gli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo nel Tribunale di Siracusa. I Carabinieri continueranno a prestare la massima attenzione allo specifico settore organizzando periodicamente mirati servizi preventivi e repressivi. 

Mirko Cutrale, 25 anniimg_2014

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA