#AnticrimineOggi

Succede a Siracusa e provincia: 8 gennaio MATTINA

polizia_carabinieri_notte
8 gen 2017 - 12:11

SIRACUSA - Ecco le operazioni compiute da carabinieri e polizia a Siracusa e provincia:

  • Nelle notti appena trascorse i carabinieri della Compagnia di Siracusa e del Comando provinciale hanno effettuato numerosi controlli nelle zone ove era possibile potessero trovare riparo i senzatetto. L’obiettivo era quello di garantire che nessuno potesse farsi sorprendere dalle temperature eccezionalmente fredde che stanno caratterizzando le ultime nottate della provincia. Nella caserma di viale Tica, era stata approntata una unità di prima assistenza nel caso ci fosse stata la necessità di dare un immediato aiuto a chi fosse stato eventualmente trovato in situazioni di difficoltà prima che le procedure del caso avessero consentito di affidare la persona bisognosa alle strutture assistenziali. I controlli a tappeto effettuati dalle pattuglie dei Carabinieri impegnati sul territorio anche nelle zone più degradate, hanno consentito di accertare che nessuno si trovasse in difficoltà, anche perché, alcuni irriducibili del vivere senza tetto erano autonomamente riusciti a trovare una soluzione, seppure anche in modo precario, col consenso e la solidarietà di qualche cittadino o di struttura di volontariato che ha messo a disposizione un luogo riparato e alcune coperte.
    controlli-cc-clochard
  • Ieri pomeriggio, ad Avola, il lavoro sinergico dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Noto e del personale del Commissariato di polizia di Avola ha consentito di rintracciare e trarre in arresto in flagranza del reato di rapina aggravata Bellomo Francesco, 32 anni avolese già noto alle forze dell’ordine per i suoi numerosi precedenti di polizia. Erano circa le ore 15,30 quando una coppia di coniugi di Noto, dopo essere usciti dalla propria abitazione, si stava avvicinando alla propria auto per andare a fare alcune commissioni. In tale frangente l’uomo, insieme ad altri due complici in corso di identificazione, approfittando della distrazione della coppia, si è avvicinato repentinamente e, dopo aver colpiti entrambi con un bastone in plastica dura, ha rubato la borsa della donna per poi darsi a repentina fuga. Bellomo Francesco, individuato grazie alla descrizione fisica fornita dalle vittime, è stato rintracciato all’interno di una sala scommesse del centro cittadino di Avola da agenti del locale Commissariato. Sottoposto a perquisizione, estesa anche alla sua auto, perfettamente identica a quella in uso ai rapinatori, è stato trovato in possesso di numerosi attrezzi atti allo scasso e, soprattutto, di una somma di denaro di 330 euro coincidente (anche per il taglio delle banconote) con il provento del reato, evidentemente spartito in parti uguali tra i tre autori. Il denaro e gli oggetti rinvenuti nel corso della perquisizione sono stati sequestrati. I malviventi, durante la fuga, si erano già sbarazzati della borsa e del bastone utilizzato per l’aggressione, il tutto rinvenuto dal personale operante. Le vittime, trasportate per le cure mediche del caso presso l’ospedale Trigona di Noto, se la caveranno con pochi giorni di prognosi ciascuno. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato rinchiuso nella casa circondariale “Cavadonna” di Siracusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Proseguono le indagini volte all’individuazione dei suoi complici.
    rapina-avola

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA