#AnticrimineOggi

Succede a Siracusa e provincia: 5 settembre MATTINA

carabinieri
5 set 2017 - 13:44

SIRACUSA - Ecco le operazioni condotte dai carabinieri a Siracusa e provincia:

  • I carabinieri del Comando Stazione di Belvedere, hanno sorpreso Christian Spicuglia, siracusano, 27 enne, pregiudicato e già noto alle forze dell’ordine per spaccio di sostanze stupefacenti, sottoposto agli arresti domiciliari, era intento, al di fuori dal suo appartameno, a chiacchierare con due pregiudicati, del posto e alla vista dei carabinieri ha cercato di giustificare la sua presenza con delle scuse, ma è stato arrestato ed accompagnato in caserma per le incombenze di rito e sottoposto nuovamente ai domiciliari, così come disposto dall’ AG di Siracusa.
Chiristian Spicuglia, 27 anni

Chiristian Spicuglia, 27 anni

  • I carabinieri dell’ Aliquota Radiomobile di Siracusa, sono intervenuti in soccorso di una cittadina siracusana cinquantanovenne in seguito ad una lite. La donna ha riferito alle forze dell’ordine di essere stata aggredita verbalmente dal suo vicino di casa perchè aveva sgridato suo figlio, che urlava trovandosi in giardino a giocare. L’uomo interveniva così in difesa del proprio figlio. I carabinieri sono intervenuti calmando gli animi e invitando le parti a presentare eventuale denuncia.
  • Ieri sera, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Augusta, sono intervenuti in contrada Scardina dove era stata segnalata una violenta lite tra conviventi. A contattatare i carabinieri è stato il personale del 118, intervenuto su richiesta della donna aggredita dal compagno che, caricandola sull’auto a forza si è dileguto per le vie limitrofe. L’intervento tempestivo dei carabinieri ha consentito di rintracciare, subito dopo, il mezzo nei pressi dell’ufficio postale di via Lavaggi. La donna, in evidente stato di agitazione, attualmente non ha sporto denuncia ed ha rifiutato anche le cure mediche, attualmente si è trasferita dai suoi parenti. Un litigio trasformatosi ancora una volta in un atto di violenza con vittima una donna. Sono in corso ulteriori accertamenti da parte dei Carabinieri.
  • I carabinieri della Stazione di Rosolini sono giunti all’identificazione di due persone resesi responsabili di una truffa in danno di una tabaccheria.I rei non pagavano quanto dovuto per una ricarica di una carta PostePay, circa 400€, allontanandosi dalla tabaccheria a bordo di una autovettura. La proprietaria dell’esercizio commerciale ha sporto denuncia verso i due ignoti. Sull’argomento i carabinieri, invitano tutti a prestare la massima attenzione al fine di evitare spiacevoli situazioni, ponendo tutte le cautele del caso ed utilizzando, in occasione di compravendite on-line, sempre metodi di pagamento sicuri e, ove possibili, assicurati. 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA